pescia. SARANNO DUE I PARCHI A COLLODI?

«Ci spiace apprendere certe notizie dalla stampa di Lucca e non dal nostro Sindaco»
Pinocchio
Pinocchio

PESCIA. Il Comune di Capannori entra nel Cda della Fondazione Collodi e rilancia il progetto del parco degli amici europei di Pinocchio a San Gennaro dedicato ai personaggi più famosi delle fiabe di tutta Europa.

L’obbiettivo in collaborazione con la fondazione Carlo Collodi è quella di creare un polo di attrazione turistica del territorio e delle sue eccellenze compreso tra la Piana di Lucca e Pescia.

Quindi l’idea è di ridare slancio. «Il parco degli amici di Pinocchio previsto sul nostro territorio nella zona di San Gennaro – dice il sindaco di Capannori Luca Menesini – ha tutte le potenzialità per attirare centinaia di turisti. Una grande opportunità dal punto di vista turistico, culturale e occupazionale che ora più che mai può realizzarsi».

Pinocchio è un brand universale, come evidenziano i numeri del parco di Collodi con 120mila visitatori paganti nel 2015. Contemporaneamente sul versante pesciatino la società Metamorfosi ha da poco acquistato l’ex cartiera Panigada con il progetto di un parco indoor sul burattino più famoso del mondo e il grande parco Pinocchio 2020. Sarà realizzato nell’area pesciatina, ma per un terzo anche sul territorio capannorese.

Il sindaco Luca Menesini
Il Sindaco Luca Menesini

Il Sindaco Luca Menesini dichiara inoltre: «Capannori vuole essere protagonista e con la nostra presenza nel Cda della Fondazione Collodi daremo un contributo importante partecipando ai lavori.

Adesso aspettiamo la convocazione dalla Regione di un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati ai progetti» e continua «il vecchio progetto prevedeva l’ubicazione di un parco di 7 ettari, multimediale e interattivo, nella zona di Capannori, dedicato agli amici europei di Pinocchio protagonisti delle favole più famose, da Alice al Piccolo principe, da Cenerentola a Biancaneve.

Un punto fermo è la variante urbanistica adottata nel 2014 dal consiglio comunale di Capannori, che include una scheda normativa che favorisce la realizzazione del parco delle zone collinari di San Gennaro e Petrognano (come previsto già dal protocollo d’intesa del 1997 e poi dall’accordo di programma fra i Comuni, Fondazione e Regione). Una questione cruciale è quella dell’accoglienza, creare strade adeguate e parcheggi in grado di soddisfare le esigenze dei visitatori».

«Il progetto andrà rivisto dal punto di vista della compatibilità ambientale e della viabilità da via del Colle a San Gennaro – dice Menesini – per quanto riguarda la viabilità e i parcheggi avvieremo una pianificazione che non è mai stata fatta finora, attraverso una variante urbanistica e un master plan dell’area. Tutti aspetti che saranno al centro di un confronto con le parti. Capannori può giocare un ruolo importante anche per la sua posizione strategica tra Collodi e Lucca».

Pinocchio come volano per l’economia e l’occupazione creata dai nuovi parchi. Un primo passo nel 2015 è stata un’alleanza tra i comuni della Piana di Lucca e l’area pesciatina. La parola d’ordine fare rete tra le ville storiche e la rete del verde, la Via Francigena e la Via del vino e gli itinerari culturali, turistici ed enogastronomici, collegati alla Via internazionale della fiaba, con percorsi dedicati ai personaggi delle favole europee e la riqualificazione e valorizzazione di tutto il territorio collinare tra Capannorese e Pesciatino.

Roberto Franchini, Fdi-An
Roberto Franchini, Fdi-An

Ottime notizie quindi per Collodi, che ci spiace apprendere dalla stampa di Lucca e non dal nostro Sindaco. Quindi dobbiamo dedurre che avremo due parchi uno pubblico Comuni e Regione e uno privato portato avanti da coraggiosi imprenditori. Oppure ci sarà una sorta di accordo pubblico-privato tra istituzioni e imprenditori?

Prendiamo atto comunque che dal nulla siamo passati addirittura a parlare di costruire due parchi che abbracceranno in una stretta amorosa Collodi (con la speranza che non la soffochi).

Noi, sig. Sindaco Giurlani, Le chiediamo una opportuna e non rinviabile illustrazione pubblica di come si intende procedere alla luce di queste dichiarazioni e se dal punto di vista urbanistico siamo pronti come lo è il Comune di Capannori.

Attendiamo fiduciosi le sue chiarificazioni nel merito visto l’importanza che riveste per noi Pinocchio Collodi e il rilancio turistico del nostro territorio e non solo

Roberto Franchini
Fratelli d’Italia-An Pescia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento