PIANA. FUSIONE DEI COMUNI? SE NE POTREBBE PARLARE…

Troppi 8.000 Comuni in Italia: è l’ora di riunirli con le fusioni. E nella piana che potrebbe accadere?
Carlo Cottarelli
Carlo Cottarelli

PIANA. La proposta del Commissario Cottarelli, già preposto alla difficile consulenza per la riduzione della spesa dello Stato, porta alla luce un argomento destinato a esplodere anche a Agliana, Quarrata e Montale.

I tre Comuni sono destinati a una attenta analisi di verifica dei vantaggi per un’ipotesi di fusione, sempre più attuale ed emergente vista la congiuntura economica.

Il territorio è relativamente esteso e potrebbe permettere un accentramento dei servizi e dei connessi “centri di spesa” che potrebbero risultare virtuosi, nel significato ultimo di una sensibile riduzione dei costi.

Potrebbe essere aperto un dibattito sperando che i soliti partito (democratici e no) non si irrigidiscano di fronte alla sicura conseguenza di una diffusa e certa eliminazione di poltrone, seggiole, sgabelli, panchetti e strapuntini vari, come abbiamo da lungo tempo imparato. Sarà la volta buona?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento