piana & salute. «SINDACI, CHE FINE HANNO FATTO LE CENERI?»

Ceneri imbiancate a calce sotto l'inceneritore di Montale
Ceneri imbiancate a calce sotto l’inceneritore di Montale

MONTALE-PIANA. Mentre siamo occupati (e preoccupati) a pensare a quando (e se!) l’inceneritore di Montale verrà chiuso, ci imbattiamo in una lettera che l’Asl ha inviato in data 1° settembre 2015 al Comune di Montale, nella quale viene manifestato interesse per la salute pubblica, con le seguenti parole:

se non è stata trovata la discarica documentata in atti, si pone il problema di capire – ai fini della sanità pubblica – dove siano finite le ceneri e scorie (dell’inceneritore) dal momento che non vi sono atti che ne documentino la loro rimozione

Dalla stessa relazione Asl emerge che non si hanno dati di controllo e monitoraggio per valutare i rischi pregressi!

Dobbiamo ricorrere a questo...?
Dobbiamo ricorrere a questo…?

Si aggiunge inoltre (come se non bastasse già quanto detto) la relazione di ispezione Arpat del 16.06.2015 che in quel suolo riscontra contaminazioni superiori alle soglie di elementi come cadmio, piombo, zinco e rame e nell’acqua viene invece oltrepassato ampiamente il quantitativo di manganese, ferro, piombo e antimonio.

Dinanzi a queste evidenze, che certamente sono in mano ai nostri Sindaci, proprietari dell’impianto di incenerimento, responsabili della salute pubblica, chiediamo a gran voce: che fine hanno fatto le ceneri?

L’inceneritore com’era [foto R. Crocini]
L’inceneritore com’era [foto R. Crocini]
Perché non se ne parla? Perché non ci sono atti che testimonino l’avvio di indagini per capire cosa stia succedendo?

I responsabili della salute pubblica hanno forse in mente di vestire solo i panni dell’uomo invisibile, pensando così di scaricare le loro responsabilità nel silenzio?

Vogliamo delle spiegazioni! Pretendiamo che la salute pubblica sia tutelata davvero! Non possiamo limitarci a dire che sono sparite le ceneri ed è sparito il problema!

Suolo e acqua sono contaminati! Cosa state facendo per i cittadini?

[failla – comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento