PIANA. VOLONTARIATO COME RISORSA O COME STRUMENTO?

Analisi della graduatoria delle associazioni di volontariato e solidarietà della Piana
Misericordia di Agliana. La sede
Misericordia di Agliana. La sede

AGLIANA-PIANA. Le recenti discussioni sull’uso delle associazioni nella campagna elettorale 2014 si sono accese dopo che il consigliere aglianese Zucchelli aveva rivolto un appello ad alcuni confidenti per la promozione di una lista di sinistra. Poi, la lista si è costituita, senza che il bravo consigliere (già d’opposizione) venisse convocato per giocare la “partita dell’anno”.

L’argomento si sta facendo interessante perché potrà essere senz’altro utile alla comprensione delle dinamiche elettorali nei diversi Comuni e noi, senza alcuna pretesa, abbiamo fatto una raccolta dei dati tra le varie associazioni di volontariato applicate ai servizi sanitari e sociali nella Piana. Solo per motivi di tempo non abbiamo esteso l’analisi ad altre entità associative, ma ci siamo limitati a quelle più solide, diffuse e, per così dire, accreditate.

I numeri parlano da soli e rappresentano, in maniera sufficientemente chiara e probante, il “tasso di democraticità e partecipazione” alla vita di un sodalizio a cui la cittadinanza è iscritta: la Misericordia di Artioli, che dai politici di Agliana sembra essere trasversalmente considerata uno strumento multitasking, cioè di servizio, di solidarietà e aiuto ai bisognosi (così, almeno, ne parlano Carlo Massimo Biancalani e Zucchelli stesso), come si può constatare è la realtà meno entusiasmante di tutte, visto che, come tutti possono direttamente osservare, ha un’incidenza di appena il 2% sulla popolazione aglianese e nessuna accessibilità di nessun genere in linea.

COMUNE

ASSOCIAZIONE

STATUTO

IN LINEA

POPOLAZ.

SOCI

%

WEB

MONTALE

CROCE D’ORO

MISERICORDIA

10.766

1.544

14,3

MONTEMURLO

CROCE D’ORO

MISERICORDIA

NO

18.438

1.650

8,94

POGGIO A CAIANO

MISERICORDIA

9.959

2.100

21,0

QUARRATA

MISERICORDIA

25.379

4.080

16,07

SERRAVALLE

MISERICORDIA

CROCE VERDE

11.561

4.000

28,54

AGLIANA

MISERICORDIA

NO

17.076

350

2,0

NO

In colonna, dopo le varie Associazioni, la presenza dello Statuto in linea, il numero dei residenti nel Comune, il numero cumulato degli associati, il rapporto percentuale con la popolazione e la disponibilità di un sito Web di pubblica consultazione.

P.S. – La Misericordia di Agliana somiglia straordinariamente, sotto certi aspetti, alla Fondazione Caript di Pistoia. Vedi, a tal proposito, qui: http://linealibera.info/il-professor-paci-i-fresh-e-il-bilancio-delle-meraviglie/ . Che certe soluzioni siano, per così dire, tipicamente bancarie…?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “PIANA. VOLONTARIATO COME RISORSA O COME STRUMENTO?

  1. Un lettore mi ha proprio ieri ricordato che l’accostamento alla Fondazione del Prof. Paci, è davvero appropriato, vista l’elargizione di 250.000 € che la Fondazione pistoiese (madre) effettuò a favore della Misericordia di Agliana nell’estate del 2010. La cosa era a me nota, e comunque le verifiche svolte sulla stampa del periodo la confermano. La circostanza, si verificò proprio all’indomani della decretazione del Tribunale di Pistoia d’esecuzione del Decreto Ingiuntivo di quasi dello stesso importo richiesto dai professionisti Mangoni e al netto della vicenda Turelli, spese legali e interessi. Direbbe un nostro collega a te noto: “alla fine, tutto torna”…
    Alessandro Romiti

  2. Qualcuno si è lamentato che la tabella potrebbe indurre in errore: la colonna “soci” riporta dei valori cumulati e cioè raggruppati per la totalità dei volontari sul territorio comunale in esame, ma che non sono esattamente allineati in una riga intermedia equidistante per le due righe. Trattasi di valori generali e raggruppati, relativi al territorio del comune specificato (come specificato nella didascalia) nella prima colonna. Ciò è un mero errore di formattazione automatica dell’impaginazione elettronica e ce ne scusiamo con i lettori, non avendo ricercato ad arte. Tale criterio è stato adottato perché l’inchiesta vuol solo comprendere e rappresentare la consistenza del fenomeno del volontariato presso le diverse associazioni di un territorio, anche in relazione alla loro diffusione e trasparenza comunicativa, senza proporre nessuna discriminate sulla specifica numerosità presso le distinte associazioni.

    Alessandro Romiti

Lascia un commento