piddizzati. NUOVA GIUNTA, ARSENICO E VECCHI MERLETTI

Siamo alle comiche: Vannuccini presenta la squadra con due vecchi politicanti, un nuovo in conflitto di interesse e i tre “pupari pistoiesi” pronti a scendere in campo con riga, compasso e motto «il fine giustifica i mezzi»
Vannuccini, squadra (e compasso). Pronti a rientrare in campo per favorire le cordate

AGLIANA.  La polemica sull’arrivo di Magnanensi (ha lasciato, appunto ora, la seggiola di consigliere a Marliana) e Fragai ,che dirigeranno le truppe vannucciniane, è rovente.

Il daspo politico sui due è in vigore da oltre due mesi: Paolo si dice che non deve passare il limite del quartiere pistoiese del Nespolo, dove il Pd è andato in secca nella competizione per il Sindaco di Pistoia Tomasi.

Estratto da Fb del Vannuccini con i nomi ipnotizzanti per una “vecchia gunta” di restaurazione

Un evento memorabile a cui il Pd ancora non riesce a dare spiegazione e fare la necessaria autocritica.

Vannuccini, blandisce Agliana con una dichiarazione ipnotizzante, proponendosi con una strepitosa presentazione (qualcuno anche applaude) con tre nomi della sua “nuova  politica”: Luisa Tonioni, Elena Signori e Stefano Pieri, che è allennatore della Aglianese calcio, con i giovani che si allenano in inverno nel campo sussidiario al buio (questo per la mancanza dell’impianto di illuminazione, negato da Agisport, nonostante l’impegno contrattuale: avrà qualche conflitto di interessi mai risolto, come denunciato su queste pagine con divulgazione di lettere imbarazzanti?).

I riti della vecchia politica, sono cari al Pd di Vannuccini: accanto a lui c’è – come vedete – l’assessore all’urbanistica…

Luisa Tonioni appaltava i servizi e li omaggiava di aggiunte da 40mila euro a botta

Su Luisa Tonioni, è da ricordare che era in giunta con Mangoni e Vannuccini ai tempi d’oro.

Una delle più solide referenti della “vecchia politica” e ricordiamo utilmente la vergognosa vicenda di “compagni di merende” di Pane & Rose: ai vincitori venivano allungate ricche elargizioni in aumento rispetto a bandi di gara formalmente aggiudicati come “appalto a corpo” e, non meno significativa la rinnegazione della ridicola e costosa sforbiciata di 1.500 euro all’associazione Auser, costata al Comune oltre 9.000 euro per la distrazione di agenti di Pm dal servizio di pattugliamento e il relativo pagamento di stipendio.

Mazzetti in pellegrinaggio con Mangoni nel soggiorno di Magnanensi è certificato dal Sindaco della dignità

Su Elena Signori, possiamo ricordare principalmente che è stata – con la Tonioni – in consiglio comunale nella precedente consiliatura: e non è poco, viste le faccende denunciate dalla minoranza e riportate solo dal nostro poco democratico quotidiano.

Ma adesso veniamo alla delega per l’urbanistica, che il sorridente Massimo Vannuccini vorrebbe riservarsi in proprio: complimenti per la “faccia tosta”.

È proprio questa la vera garanzia per i due pupari pistoiesi (con Eleanna Ciampolini saranno tre): potranno quindi perseverare al mantenimento del controllo sul territorio per assicurare i privilegi alle cordate di lobbisti certificate da Mangoni.

Furono loro che, portarono Mangoni a Pistoia in un bar di Sant’Agostino e poi, specificamente, nel soggiorno del Magna-nensi, a trattare la sua “sconfitta” pilotata nelle primarie-farsa. E lo dice il Mangoni, non lo supponiamo noi.

Nesti, ex comandante dei vigili di Agliana, è in squadra con Vannuccini e ci spera seriamente. Come di Pietro nasce giudice e finisce politico…?

Ciò detto, se Vannuccini sarà preferito per la poltrona di mayor, i cittadini, hanno finalmente chiaro che la nomenklatura dei soviet sarà insediata in Comune: direttamente o per il tramite dei suoi fiduciari consolidati in anni di esperienze di gestione del territorio clientelari e privatistiche, delle quali gli elettori non potranno dire di “non aver saputo”.

I documenti dei misfatti, e dei numerosi episodi di malagestio finora nascosti, sono stati tutti pubblicati e qui, gli elettori ne hanno disponibile un rapido decalogo. Del resto Vannuccini, si terrà la delega all’urbanistica…

Per quinto assessore, ci viene riportata la figura della Presidenta sfanculatrice (della Verità), Lucia Salaris che, dopo una vita di consigli comunali e commissioni impegnate a coprire il Presidente del Cis – impietosamente sollecitato dalle domande dei commissari, sfacciatamente soppresse –, avrebbe così la sua fetta di riconoscimento, per garantire la migliore tradizione e il sicuro potenziamento dell’inceneritore del Cis. Così usa di solito in casa Pd.

L’opzione-Vannuccini sarà certamente la tombale secretazione sovietica degli archivi comunali con l’automatico e definitivo interramento delle malefatte che sono giacenti in archivio e ancora da pubblicare “ad sputtanamentum” : queste potranno essere dissepolte, e portate ad asciugare all’aria, solo con e grazie, alle nuove facce di una giunta contrapposta e distinta in una assoluta indipendenza rispetto a qualunque cordata di speculatori e lobbisti. Una giunta che si distingua in un momento storico di giusto contrappasso, dopo 75 anni di opprimente predominio di giunte monocolori.

Abbiamo finito per adesso. Ma si sappia che, per la restaurazione della “vecchia politica”, Vannuccini impegnerà la Giunta al mantenimento dei funzionari fautori di incredibili storture sostenute nelle nebbia della maggiore delle reticenze e opacità amministrative, omissioni di atti con scandalosi patti interni, annegate in omertosi silenzi.

Anche queste vicende tutte documentate dal nostro “indemocratico giornale” meritevole di essere chiuso. Li volete voi? Prendéteveli!

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email