pieve a nievole. COVID-19, UN RIMBORSO AI NEGOZI PER LE SPESE DI IGIENIZZAZIONE SOSTENUTE

Il testo della mozione

PIEVE A NIEVOLE. [a.b.] È stata presentata oggi da Nadia Lupori, consigliere comunale del gruppo “Centrodestra per Pieve”, una mozione indirizzata al sindaco del comune di Pieve a Nievole e al segretario generale per richiedere l’attivazione di un bando pubblico finalizzato ad assegnare alle attività commerciali del comune contributi per far fronte alle spese di igienizzazione sostenute “obbligatoriamente per poter riaprire le attività” dopo la chiusura a seguito dei provvedimenti governativi di contrasto alla diffusione del Covid-19.

“Molte delle attività presenti sul territorio comunale – ha spiegato Lupori – sono state costrette per poter riaprire a sostenere spese indicate dalla normativa legate alla situazione di emergenza e dai relativi protocolli igienico-sanitari”.

“La mozione vuole dare un supporto tangibile alle attività commerciali locali a cui riconosciamo la funzione sociale svolta nel contribuire ad animare e rendere vitali il centro urbano. Oltretutto compito del Comune è anche quello di attuare politiche di promozione, riqualificazione e rivitalizzazione del territorio individuando azioni ed interventi specifici diretti a favorire le attività commerciali, artigianali e turistico ricettive”.

“Con questa mozione – aggiunge il consigliere del centrodestra – vorremmo impegnare il sindaco e il consiglio comunale ad attivarsi presso gli uffici competenti per procedere quanto prima alla pubblicazione del bando pubblico che tramite la concessione di un rimborso potrebbe essere in questo momento di aiuto e di stimolo alle attività commerciali”-

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email