«PIEVI, CHIESE E DEVOZIONI NEL MONTALBANO», LA STRENNA DELLA BCC

L’invito
L’invito

QUARRATA. Sarà presentato sabato 22 novembre alle ore 16 presso l’auditorium Marcello “Cesare” Fabbri della Bcc di Vignole e della Montagna Pistoiese (via IV Novembre, 108 Quarrata) il volume “Pievi, chiese e devozioni nel Montalbano”, a cura di Giuseppina Carla Romby, con fotografie di Serge Domingie.

La pubblicazione – edita da “Gli Ori editori contemporanei” e realizzata dalla Banca, che ne farà dono ai soci in occasione delle festività natalizie – completa un progetto triennale voluto dalla Bcc Vignole e Montagna Pistoiese per indagare le bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche del Montalbano.

Dopo le ville e i giardini (a cui è stato dedicato il primo volume), i castelli e le torri (oggetto della seconda pubblicazione), ora è la volta delle pievi e delle chiese, presentate attraverso un itinerario cronologico che conduce alla scoperta dei luoghi di culto dei nostri territori, conosciuti soprattutto per l’olio e il vino di qualità che vi si produce, un po’ meno per la straordinaria ricchezza delle chiese disseminate in ogni borgo, paese e città.

Alla presentazione di sabato, al termine della quale copie del volume saranno distribuite ai presenti, saranno presenti le autrici Chetti Barni, Maria Camilla Pagnini e Giuseppina Carla Romby, e la storica dell’arte Mara Visonà.

Pievi, chiese e devozioni nel Montalbano” si propone di divulgare la conoscenza e mantenere la memoria delle origini, della storia e delle tradizioni delle comunità locali, valorizzando soprattutto le chiese meno conosciute, attraverso un itinerario che accompagna il lettore alla scoperta di luoghi intrisi di sacralità, legati alla religiosità delle popolazioni.

Il Presidente Giancarlo Gori
Il Presidente Giancarlo Gori

“Questo progetto – afferma il presidente della Bcc Vignole e Montagna Pistoiese Giancarlo Gori – ci rende orgogliosi non tanto per la qualità (non sta a noi dirlo perché direttamente coinvolti), ma per la mole di lavoro distesa nei tre volumi, che fa risaltare l’impegno della Banca, che ha creduto in un progetto difficile e lungo, una paziente e capillare ricognizione, articolata in tre parti che collaborano e s’intersecano tra loro, come in un mosaico ora totalmente ricomposto”.

“Un progetto – continua – che conferma come si possa uscire dall’inutile occasionalità, mettendo a disposizione la storia architettonica e paesaggistica di un territorio che di fatto ha costruito, con i suoi collegamenti, gli artisti, i mercanti, le chiese e le istituzioni, la storia delle due pianure che si trovano a nord e a sud del Montalbano, una sorta di porta spalancata sugli Appennini e poi verso il mare, grazie ai porti del Padule”.

[zona – bcc vignole-montagna pistoiese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento