PILLOLE DI URBANISTICA: PRIORITARIO IL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ PUBBLICA

Giacomo Del Bino
Giacomo Del Bino

PISTOIA. La scelta di pedonalizzare Piazza dello Spirito Santo è coerente con il programma del Sindaco ed il M5S non può opporsi, in quanto è in linea con la finalità di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Il problema che sorge – in questo come in altri casi – è quello di reperire stalli per le automobili nelle vicinanze.

Crediamo che il Centro Storico di Pistoia abbia le caratteristiche per poter implementare la capacità di attrazione e la vivibilità, ma che per ottenere questo obiettivo siano necessari anche piccoli sacrifici da parte dei residenti, per esempio parcheggiare l’auto a qualche decina di metri di distanza da casa. Le strade del centro – soprattutto quelle più strette ed anguste – dovrebbero esser lasciate libere dalle auto, che troverebbero posto in grandi parcheggi di attestazione (attuali e previsti) posti in prossimità delle mura urbane o in spazi ben determinati.

Sulle piste ciclabili, un’osservazione: siamo favorevoli al loro incremento, ma non riteniamo necessario costruirle a “regola d’arte” prima di una sperimentazione. Sarebbe intelligente procedere per gradi, iniziando con il predisporre solo segnaletiche orizzontali e verticali – facilmente asportabili –, da tradurre eventualmente in misure definitive dopo un periodo di prova ed a seguito di un piano coordinato sulla mobilità e l’assetto urbanistico. Costruire – come è avvenuto nel caso del tracciato tra Piazza Oplà e Piazza del Carmine – piste separate dal resto della carreggiata da cordoli in cemento armato e provviste di altre infrastrutture senza avere la certezza che siano degne di integrarsi definitivamente nel tessuto urbano, potrebbe risultare uno spreco di soldi pubblici e lasciare in eredità solo barriere architettoniche e manufatti intrusivi.

Di sfuggita, infine, la questione dell’illuminazione pubblica: apprezziamo il tentativo di ridurre le spese, ma crediamo sia sbagliata la scelta della Giunta di spengere un lampione su due, perché questi tagli “orizzontali” rischiano di lasciare al buio zone che dovrebbero essere ben illuminate e viceversa. Riteniamo necessaria l’adozione di un piano che individui le diverse esigenze, affiancato dall’uso massiccio di lampade a basso consumo e di tecnologie innovative.

Risulta evidente come siano di conseguenza prioritari il miglioramento dei servizi per la mobilità pubblica, un completo disegno dei percorsi ciclo-pedonali, un’armoniosa riqualificazione degli spazi ed un’attenta politica di rivitalizzazione della città. È necessario che il Sindaco e la Giunta seguano con attenzione il percorso del Piano Urbano per la Mobilità, che dovrebbe essere pronto solo a fine anno: si invita il Sindaco a coinvolgere il Consiglio comunale ed i cittadini in un processo partecipativo nella definizione di questo fondamentale strumento per il futuro assetto della città.

[*] – Consigliere M5S Pistoia

SU FACEBOOK:

 https://www.facebook.com/lineefuture

SU TWITTER:

 https://twitter.com/LineeFuture

PER COMMENTARE:

 http://linealibera.info/come-registrarsi-su-linee-future/

OPPURE SCARICA:

 Registrarsi su «Linee Future»

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento