«PINO O NON PINO? QUESTO È IL DILEMMA»

Il pino (?) abbattuto in piazza della Resistenza
Il pino (?) abbattuto in piazza della Resistenza

PISTOIA. Sono ripresi venerdì i lavori di abbattimento dei pini in Piazza della Resistenza, scelta per me discutibile in quanto negli anni l’amministrazione se ne è lavata le mani in fatto di controlli dello stato di salute delle piante, e questi sono i risultati.

Condannati a morte tutti i pini domestici in quanto a rischio crollo. Solo pini domestici e qualche leccio da eliminare per motivi di sicurezza? Non si direbbe.

Questa foto in allegato è stata scattata proprio ieri, domenica 9 novembre, e mostra una pianta tagliata che nulla ha a che vedere con un pino domestico: sembra un cedro, o meglio quello che ne rimane e dalla foto non sembra che né il tronco interno né quello esterno siano affetti da malattie, sembra invece sanissimo.

Ho messo delle frecce rosse appunto per evidenziare le parti di cui parlo. Non sono un agronomo e conosco poco le piante, ma quello a occhio non è un pino. Il tronco e la ramaglia per terra hanno notevoli differenze con i pini.

Come stanno le cose? Chi ha autorizzato l’abbattimento di questa pianta che garantiva un po’ d’ombra d’estate?

Chiedo di pubblicare questa nota con la speranza che si apra un dibattito nel web e magari intervenga qualche agronomo per dire la sua.

Turbo

______________________

NOTA POSTA CERTIFICATA. Il giorno 10/11/2014 alle ore 09:53:12 (+0100) il messaggio con Oggetto “Richiesta valutazione intervento su abbattimento alberi a Pistoia – Piazza d’Armi/Resistenza” inviato da “lineefuturequotidiano@pec.it“ ed indirizzato a “consiglioregionale@postacert.toscana.it“ è stato correttamente consegnato al destinatario. Identificativo del messaggio: opec275.20141110095312.25209.07.2.15@pec.aruba.it

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento