PISCINA MARCHI: «LE COLPE SONO DI TANTI, DI TROPPI»

Roberto Franchini, Fdi-An
Roberto Franchini, Fdi-An

PESCIA. Quando un anno fa sui giornali denunciammo la terribile situazione di non rispetto delle norme igienico sanitarie e di sicurezza della piscina Marchi, quando presentammo un’interrogazione alla Giunta Giurlani e, non avendo noi consiglieri comunali sugli scranni, riuscimmo ad avere risposta solo grazie all’impegno dei consiglieri Angelo Morini e Varanini che fecero loro l’interrogazione, fummo tacciati di disfattismo e allarmismo.

Senza contare le risposte nel consiglio comunale dell’assessore Vittiman, del Presidente del Consiglio Vittoriano Brizzi, e del Sindaco Oreste Giurlani, che non solo smentirono spudoratamente ma minimizzarono quella che in realtà era una situazione insostenibile e pericolosa per gli utenti, con la piscina già un anno fa a rischio chiusura.

Oggi purtroppo tutto è emerso nella sua completezza, e noi siamo coscienti che non è cercando il capro espiatorio che si risolve il problema perchè le colpe sono tante e di troppi: Provincia che non ha controllato, gestore che non ha eseguito, Comune che pur sapendo ha taciuto, e tutto e per tutti in un tempo di 5 anni…

Ora non fate gli eroi, o peggio ancora i martiri dichiarando che farete il possibile, ora dovete rimediare.

Dovete fare subito una deroga alla messa a norma, per tenere aperta la piscina, trovare un gestore provvisorio, istituire velocemente un nuovo bando e fare, di comune accordo Provincia e Comune, un credibile piano industriale per mettere in stato di agibilità l’impianto, anche se serviranno per questo tempi lunghi e molti soldi.

Siamo coscienti noi di Fratelli d’Italia An Pescia che non ci considererete pur ascoltandoci, come avete fatto quando vi mettemmo pubblicamente sull’avviso della situazione chiedendovi di intervenire, e voi andavate dicendo “come si fa a dare ragione a quei fascisti”.

Certo, molto meglio la gestione comunista improntata sull’omertà…

Roberto Franchini
Portavoce Fratelli d’Italia An Pescia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento