PISTE DA SCI: DIRE A NUORA PERCHÉ SUOCERA INTENDA

Nel Paese dei bizantini: un giro infinito di parole per chiedere che la Regione Toscana non vincoli troppo le libertà di scelta dell’Abetone
Danti e Risaliti - La Nazione 22 agosto 2014
Danti e Risaliti – La Nazione 22 agosto 2014

ABETONE-MONTAGNA. Il Comune di Abetone ed il suo rappresentante sommo, chiamato Sindaco Danti, assieme al suo tecnico, chiamato Risaliti, ci offrono attraverso un articolo apparso su La Nazione, un classico esempio di prèfiche che piangono senza dirci il perché. Leggetevi il contenuto dell’articolo e dite se ci capite qualcosa.

L’unica cosa che si “deduce” è che il comprensorio sciistico, del quale Danti è personalmente e sommamente interessato anche per personali motivi, sarebbe a rischio per non sappiamo quali motivi.

La solita mania di dare per scontato che chi legge conosca i dettagli e quindi comprenda, anche quando così non è. O la solita manfrina che nasconde, in maniera subliminale, messaggi che “solo” altri devono comprendere? Si parla di neve o di green?

Può darsi che mi sbagli in pieno e che le lamentele siano chiare e riconducibili a precise cause che noi non riusciamo ad intravedere nello scritto.

Anche qui dobbiamo rifarci alla saggezza e alla diretta comprensione dei nostri vecchi che, pur non volendo far capire, si facevano capire benissimo. Un esempio “in alta quota”, presso il Lago Turchino?

Eccolo: nel 1819 Maria Luisa di Borbone e Francesco IV, Duca di Modena, si accordarono per collegare i due stati di Lucca e di Modena senza passare sul territorio del Granducato Toscano.

I lavori furono terminati in pochi anni (1824), ma la manutenzione estremamente onerosa e la concorrenza di percorsi migliori fecero sì che la “via della Duchessa” venisse in poco tempo abbandonata.

La leggenda narra che la strada fu l’occasione per il primo e l’ultimo incontro tra i due sovrani promessi sposi. La Duchessa infatti, scoprendo solo in questa circostanza che il duca aveva i capelli alquanto incanutiti, gli avrebbe detto: “Ai monti nevica”. E il Duca, oltremodo indispettito, le avrebbe risposto: “Se ai monti nevica è bene che le vacche tornino al piano”.

Questa l’ho capita anch’io. E voi?

_________

CONFUCIO SORRIDE E DICE

Tutto il giro del discorso significa: «Regione & altri, non rompeteci l’equilibrio che abbiamo raggiunto con tanta fatica! Derogate e lasciateci fare quello che stiamo già facendo! Ovviamente come ci pare e piace…».

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento