pistoia. BERTINELLI, UN SINDACO DA GUINNES DEI PRIMATI

Una multa sul parabrezza
Una multa sul parabrezza

PISTOIA. La lettera che il sindacato Diccap delle Polizie locali, attraverso il proprio Coordinamento provinciale di Pistoia, ha scritto e che è stata pubblicata su questo quotidiano, è la conferma più lampante ai nostri dubbi sulla capacità di questa Giunta comunale ad amministrare Pistoia.

Non era mai successo che gli agenti della Polizia municipale, per loro stessa ammissione, si ribellassero agli ordini che gli pervengono dall’alto.

E non era mai successo che gli stessi vigili criticassero apertamente l’accordo tra Comune e Asl per il quale essi sono obbligati a recarsi nel parcheggio dell’ospedale per tappezzare di multe le vetture dei cittadini che, di sicuro, non si sono recati lì per piacere.

Il buon senso che ha portato gli agenti a ribellarsi a questi ordini assurdi dovrebbe averlo il nostro giovane sindaco, il quale sembra però molto più ferrato a partecipare alla presentazione di libri, come quello avvenuto nel Palazzo dei Vescovi, nascondendo la verità dietro una serie di riflessioni pallose tipiche di chi è fresco di studi (ancor più assurdo, visto che il Bertinelli ha quarant’anni): lui non ha un’anima politica.

Il Sindaco Bertinelli durante l'incontro con la stampaÈ esattamente questa la verità, ed è questo il motivo per cui si ha la sensazione che talvolta egli brancoli nel buio. I politici dell’età di Renzi, e ovviamente suoi sostenitori, sono fatti così.

Tifano per la governabilità costi quel che costi, fanno solo cose giuste che rimetteranno a posto i danni passati (come se ci fosse qualcuno che invece compie apposta azioni sbagliate) e soprattutto si dicono estranei alla politica che li ha preceduti perché, nella loro grottesca superficialità, il vecchio puzza di stantio e c’è un continuo bisogno di rinnovamento.

In sostanza sostengono tutto e il contrario di tutto. Pescano un po’ là e un po’ qua, proprio perché non c’è un ideale di fondo che li spinga in una direzione ben precisa. Queste sono le migliori condizioni perché avvengano degli autentici disastri come la caterva di multe fatte nel parcheggio di un ospedale.

Giovane sindaco Bertinelli, lei finirà nel Guinnes dei primati: è riuscito a far andare d’accordo vigili urbani e cittadinanza.

[Lorenzo Zuppini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “pistoia. BERTINELLI, UN SINDACO DA GUINNES DEI PRIMATI

  1. Buona sera Lorenzo

    Bè…se è vero che la classe non è acqua, è altrettanto vero che l’arroganza di queste nuove leve non la batte nessuno. Tra l’altro più sono arroganti e meno scompicciano. Il nostro Sindaco, pur non essendo annoverabile tra i renziani, è affetto da una sorta di “autismo” che gli rende difficile se non impossibile il dialogo con il prossimo. Infatti è famoso per i suoi interminabili monologhi. Tipici di chi ha tanto studiato e poco compreso. Personalmente, nel mio campo, che è duplice, ho riscontrato più e più volte che i grandissimi, gente che con un dito sposta il PIl di una nazione, sono anche persone umilissime e molto disponibili. Mi capita di scrivere a persone infinitamente più note e influenti del Sig. Bertinelli per un semplice scambio di idee e sempre ho ottenuto risposte , spesso il giorno stesso…mentre da lui, le poche volte che ho chiesto delucidazioni su cose di sua competenza, non ho mai ricevuto nemmeno un cenno….sarà un caso…
    Massimo Scalas

Lascia un commento