pistoia. BETTI: «PROTEGGIAMOCI DAL LUPO DI SANTOMORO»

Il consigliere presenta una interrogazione sulle eventuali azioni da intraprendere per contenere la presenza dei lupi
Il lupo fotografato la scorsa estate
Il lupo fotografato la scorsa estate

PISTOIA. Azioni per contrastare la presenza dei lupi nel territorio Pistoiese.

PREMESSO che il lupo, dai tempi in cui è stato considerato rischio estinzione, è stato considerato specie faunistica “assolutamente protetta” con la Convenzione di Berna, recepita in Italia nel 1981, inserito tra le specie “particolarmente protette” dalla L. 157/92; il lupo inserito, in qualità di specie “vulnerabile”, nella cosiddetta Lista Rossa redatta dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (Iucn);

CONSIDERATO che in questi ultimi mesi sono stati numerosi gli attacchi ad animali domestici;

sempre più frequenti sono gli avvistamenti di questi animali selvatici, non solo a bassa quota ma anche poco lontano e dentro i centri abitati, destando forte preoccupazione spavento tra gli abitanti;

RILEVATO che la presenza dei lupi, che si starebbe diffondendo su tutto il versante alto delle Valli delle Buri, rischia di mettere in pericolo l’incolumità-sicurezza dei cittadini e degli animali domestici e da cortile.

SI INTERROGA L’AMMINISTRAZIONE PER SAPERE se è sua intenzione:

prevedere un sistema di controllo-monitoraggio della presenza dei lupi sul territorio Pistoiese e individuare interventi più efficaci di quelli sinora adottati per limitare ed al contempo, evitare danni da predazione di animali domestici.

Andrea Betti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento