pistoia. BETTI SU ASL: «LE PAROLE NON SEGUITE DAI FATTI DIVENTANO CHIACCHIERE»

«In Emilia Romagna i tempi di attesa al Pronto soccorso sono la metà di quelli della nostra Asl e gli emiliani non pagano nemmeno la sosta auto obbligatoria se vanno in ospedale»
Ma all'Asl dicono che è un'eccellenza...
Ma all’Asl dicono che è un’eccellenza…

PISTOIA. Ennesima promessa da parte dell’Asl sulle visite ed esami, cittadini infuriati che forse non capiscono la grande managerialità dei vertici, rimane il fatto che per fare una visita ginecologica (ovviamente richiesta al telefono) sarà impossibile fino a tutto gennaio 2017.

In Emilia Romagna il 98,4 degli esami e visite effettuate nei termini previsti, certo non passano gli ausili ortopedici come invece solo per la nostra Asl per circa 700 mila euro (con scarpe da 750 euro e a Lucca nel vecchio ospedale c’è pure un cartellone pubblicitario dell’azienda che li produce).

In Emilia Romagna i tempi di attesa al Pronto soccorso sono la metà di quelli dell’Asl e incredibilmente gli emiliani non pagano nemmeno la sosta auto obbligatoria se vanno in ospedale.

In Emilia Romagna fanno selezioni pubbliche per i lavoratori a tempo determinato e non si affidano alle agenzie interinali e per destino non ci sono lavoratori scelti fra alcuni che lavorano da due anni e mezzo senza selezione pubblica per poi, come successo, passare i 36 mesi e giovare di un concorso riservato.

In Emilia Romagna le visite ed esami si fanno anche la domenica e alla sera.

In Emilia Romagna si ha attenzione alle locazione non si affitta a sindacati a 9800 l’anno né si proroga all’infinito strutture sportive immense a 23 mila euro.

Andrea Betti
Pistoia Spirito Libero

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento