PISTOIA CAPITALE DELLA CULTURA RIFINANZIA LA GIOSTRA DELL’ORSO

Il disappunto della Lav: i cavalli rischiano la vita!
Giostra dell’Orso

PISTOIA. Incredibile, nell’anno in cui Pistoia è capitale della cultura, il Sindaco uscente non solo rifinanzia la Giostra dell’orso, ma aumenta anche i soldi investiti.

Durante gli anni sono morti tanti cavalli nella Giostra e di tanti non si è saputo più nulla. Anche Striscia la Notizia ha documentato il degrado nel quale erano tenuti alcuni cavalli destinati a correre; il nostro attivista e socio LAV Lorenzo Lombardi, che dal 2007 al 2012 ha ricoperto anche il ruolo di Presidente della commissione ambiente del comune di Pistoia, ha denunciato e portato in Commissione ambiente e in Consiglio casi di doping, cavalli soppressi nel silenzio e molti altri tristi casi.

A ciò vanno aggiunte le tragiche morti in pista di due cavalli nel 2014, avvenute  sotto il mandato Bertinelli che alla sua elezione nel 2012 prometteva una maggiore attenzione verso gli animali.  Non sono bastate nemmeno le 34.000 firme raccolte in tutta Italia sempre da Lorenzo Lombardi e le diffide della LAV e delle altre associazioni (nonché di alcuni parlamentari) ad interrompere definitivamente questa Giostra.

E sicuramente lasciare che i cavalli continuino a rischiare la vita in una Giostra tanto pericolosa quanto falsa storicamente, è un segno di grande inciviltà.

A conferma di questo manifesto disinteresse verso le tematiche animaliste (al di là dei facili proclami delle campagne elettorali) è il fatto che negli ultimi cinque anni la maggioranza ha sempre disatteso la convocazione della Consulta affari animali che per Regolamento tutela animali del Comune di Pistoia, articolo 20, andrebbe convocata con la specifica dicitura ed organigramma della  “Commissione ambiente-consulta affari animali” almeno una volta l’anno.

Prendiamo poi tristemente atto che anche gli altri candidati a Sindaco di Pistoia non hanno mai preso posizioni pubbliche contro la Giostra dell’Orso. Anzi il candidato ex Pd Renziano, ora a guida di una lista civica Roberto Bartoli, non solo si è esposto pubblicamente a favore, ma ha anche in lista fantini e sostenitori della Giostra. In sede di dibattito consiliare anche il candidato di centro destra Tomasi si è dichiarato sempre favorevole alla Giostra, e lo stesso si è sempre dichiarato a favore della Giostra dai banchi del consiglio comunale uscente Alessandro Sabella ex Forza Italia ora a capo della lista Amo Pistoia.

Conclude la lista dei candidati a favore della Giostra Lorenzo Berti di CasaPound mentre il Movimento 5 stelle dai banchi del comune di Pistoia ha votato per la ripresa della Giostra dopo la sospensione, mentre il candidato sindaco Maglione è una new entry (sarà comunque ricandidato uno dei 3 consiglieri comunali uscenti che hanno votato a favore della Giostra).

Se i candidati che non si sono espressi a favore della Giostra (Ginevra Lombardi, Nicola Maglione, Francesca Barontini, ed Alessio Cioni) vogliano dichiarare pubblicamente che qualora eletti chiuderanno definitivamente la Giostra dell’Orso comunicheremo ai nostri iscritti, simpatizzanti e ai cittadini la loro intenzione.

[lav – comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento