pistoia. CHECUCCI (FDI-AN) SUL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

La scuola Cino da Pistoia

PISTOIA. Alla luce delle riflessioni esposte dai sindacati in merito al piano di dimensionamento scolastico ed alla paventata esclusione dal dibattito sullo stesso, occorre evidenziare alcuni elementi.

Innanzitutto i sindacati sostengono che i posti di lavoro si perderanno da subito e che l’amministrazione comunale avrebbe dovuto interpellare loro prima di approvare il piano.

É doveroso sul punto precisare alcuni aspetti che in qualità di insegnante e membro della Commissione 4 ho avuto modo di approfondire.

Innanzitutto, esiste per il personale docente una graduatoria interna di istituto tale che nel caso in cui ci dovessero essere dei perdenti posto all’interno di esso, questi ultimi avranno la possibilità di fare domanda di trasferimento in altra sede.

Viene da sé che i docenti non torneranno a casa ma sarà comunque loro garantito il posto di lavoro. Si aggiunga che l’ufficio scolastico provinciale ha assicurato altresì che agli alunni sarà garantita la continuità didattica.

Il consigliere comunale Emanuela Checucci (Fdi-An)

Il Comune non ha mai dubitato della progettualità educativa e didattica né delle scuole medie Roncalli nè Galilei né tantomeno degli altri istituti scolastici pistoiesi. L’amministrazione vuole tutelare gli interessi di tutti gli istituti comprensivi ma in particola modo tiene conto delle famiglie e degli alunni i quali con questa manovra non verranno penalizzati.

L’approvazione del piano di dimensionamento scolastico che prevede la riduzione da 7 a 6 istituti comprensivi é stata corretta e necessaria.

Sotto un profilo procedurale, é stato seguito un iter preciso che ha ottenuto a larga maggioranza parere favorevole sia dei dirigenti scolastici prima, sia dell’Ufficio Scolastico provinciale poi e regionale poi.

Inoltre il piano in parola é stato adottato nel rispetto del principio di territorialità e tenendo conto dei numeri degli iscritti che, in particolare nell’ultimo biennio, sono calati enormemente: le scuole medie Roncalli hanno formato infatti una sola classe prima.

É logico quindi unire le scuole Galilei alle medie Cino e le Roncalli alle scuole Frosini –  Marconi, creando un unico istituto comprensivo del centro.

Auspico che da oggi si plachino polemiche da parte di tutti, consapevole che quanto é stato approvato é il frutto di un lavoro di concertazione di tutti gli interessi legittimi ampiamente esposti dagli attori della presente vicenda e altrettanto tutelati dall’amministrazione comunale nel rispetto del principio di democrazia che ha animato il dibattito tenuto in Commissione 4 prima ed in Consiglio Comunale poi.

Emanuela Checcucci

Consigliere Comunale Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento