pistoia concreta. “RENDIAMO PIÙ VERDE IL CUORE DI PISTOIA”

Distanziatori green a Pistoia

PISTOIA. Poche settimane fa l’azienda vivaistica pistoiese Giorgio Tesi Group ha avuto la brillante idea di allestire, con la collaborazione dei locali di piazzetta degli Ortaggi, barriere e distanziatori verdi: piante rampicanti, spalliere fiorite, arbusti vari. L’idea è stata seguita da tanti altri esercenti ed è stata esportata in molte realtà italiane ed estere.

Spesso Pistoia si è dimenticata di essere la capitale europea del verde essendo il cuore produttivo delle piante più grande d’Europa. Probabilmente non ci abbiamo mai creduto fino in fondo e mai sono state sviluppate le sinergie tra pubblico e privato.

Per questo, visto il generale apprezzamento e l’armonia che si è creata nel centro storico della città, “invasa” da tante bellissime piante, frutto del lavoro dei nostri produttori locali, proponiamo all’amministrazione di avviare un tavolo di confronto per modificare il regolamento sul commercio sulle aree pubblico in modo da permettere di rendere permanenti gli allestimenti a verde anche dopo questa difficile fase che stiamo vivendo. Allo stesso tempo è quanto mai opportuno avviare anche un deciso e coerente percorso di analisi, studio e progettazione per migliorare il decoro urbano della città.      

Il risultato finale potrebbe essere raggiunto, oltre che il confronto delle categorie commerciali, anche con il lancio di un concorso di idee per coinvolgere giovani professionisti.

Fabio Raso (Pistoia Concreta)

 

Il nostro bellissimo centro storico diventerebbe così un armonioso salotto verde per i pistoiesi ed un luogo ancora più attrattivo per i turisti.

Per molti anni le nostre realtà imprenditoriali, più o meno piccole, hanno reso più belle città italiane ed estere ma forse è stata persa spesso l’occasione per rendere ancora più bella Pistoia.

La valorizzazione del verde se sostenuta e promossa all’interno della città, può avere prospettive di vita futura e rendere Pistoia innovativa, orientata allo sviluppo e al connubio fondamentale tra piante e commercio, capisaldi dell’economia locale.

Questo periodo di emergenza ha lasciato anche alcune cose positive. Cerchiamo di coglierle al meglio per migliorare l’ambiente che ci circonda.

Fabio Raso

Benedetta Menichelli

Emanuele Gelli

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email