pistoia. CORO UNIVOCAL, UN MODO PER ESSERE MUSICA

Il coro Univocal
Il Coro Univocal

PISTOIA. Mentre fervono i preparativi per la XIII edizione del Festival della Musica e delle Arti per finanziare il Centro Didattico Sportivo padre Vittorio Agostini in Congo, Culturidea e Fondazione Luigi Tronci hanno deciso di iniziare il 2016 in musica.

Protagonista della serata dell’8 gennaio alle 21 in corso Gramsci 37 sarà il coro Univocal diretto dalla M° Elena Lala.

Questa compagine è composta da circa 15 elementi e propone un repertorio che spazia dal melodico colto al pop, jazz, gospel, spiritual e rock eseguendo i brani soprattutto “a cappella”, cioè senza l’accompagnamento di strumenti musicali. Nel repertorio del coro Univocal vi sono proprie versioni di brani di Ray Charles, Elvis Presley, Otis Redding, Beach Boys, Los Marcelos Ferial, nonché di moltissimi altri artisti che hanno scritto le pagine più importanti della musica contemporanea.

Nello stile di questa corale alle voci non è assegnata solo la melodia, ma esse sono impegnate nell’adempiere a tutti i ruoli che normalmente sarebbero appannaggio degli strumenti, dando vita ad un susseguirsi di suggestioni melodiche vicine al processo onirico.

Il coro Univocal durante una rassegna
Il Coro Univocal durante una rassegna

La pratica del canto a cappella ha origini che risalgono alla preistoria, quando gli uomini e le donne dei villaggi si riunivano attorno al fuoco per cantare musiche propiziatorie o di ringraziamento per le divinità o di altro genere.

Il canto a cappella trae le sue origini dalla prassi esecutiva del canto gregoriano la quale, non prevedendo l’ausilio dell’organo né di alcun altro strumento, era quindi praticata dalle sole voci dei monaci o dei chierici che costituivano il gruppo di cantori, chiamato schola cantorum.

Alla schola cantorum veniva affidato il ruolo di guida dell’assemblea, per tale ragione i cantori spesso scendevano dal presbiterio e si ponevano a cantare in una cappella laterale della chiesa, da qui l’origine del nome. A cappella è gran parte della musica corale concepita per essere svolta da gruppi vocali o da cori polifonici.

Alla Fondazione Luigi Tronci in questo evento realizzato con l’Associazione Culturidea, venerdì 8 gennaio alle 21 sarà quindi possibile immergersi nella storia della musica e del  canto corale partendo da un punto di vista assolutamente moderno e contemporaneo. Il programma Culturidea/Fondazione Tronci prosegue ancora il 12 gennaio con il primo appuntamento di “Pensando ad Atene” protagonista il prof. Roberto Fedi ed il mito di Romeo e Giulietta.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento