pistoia. DUE NUOVI SOCI ONORARI IN CULTURIDEA

Riccardo Tesi

PISTOIA. Al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia dal 16 al 19 marzo si svolgerà il XIV Festival della Musica e delle Arti Pistoia risuona di solidarietà.

L’evento è come sempre organizzato dall’associazione Culturidea in collaborazione con Acli Provinciali, Fondazione Luigi Tronci, patrocinio del comune di Pistoia e Associazione Teatrale.

Quest’anno l’importante manifestazione che è stata indispensabile alla realizzazione del centro didattico e sportivo padre Vittorio Agostini, scuola dello sport Roberto Clagluna a Nsioni (Congo) consisterà di tre concerti di introduzione alla musica rivolti alle scuole pistoiesi e sei spettacoli di danza.

Come consuetudine per tutti gli eventi patrocinati da Culturidea anche in questa XIV edizione il Festival coniugherà più forme d’arte.

Accanto alla musica dal vivo ed alla danza vi sarà anche la pittura della giovane e talentuosa artista pistoiese Stefania Salvatori. La stessa pittrice non solo esporrà opere all’interno del Teatro Bolognini durante tutta la manifestazione, ma sarà anche lei l’autrice degli omaggi per i soci onorari Culturidea 2017.

Quest’anno il consiglio dell’associazione ha deciso di conferire l’ambito riconoscimento a Suor Delfina e Riccardo Tesi.

La scelta è stata dettata dalla forte volontà di coniugare il sentimento di aiuto indefesso verso i meno fortunati, rappresentato dalla madre superiora generale delle suore di san Tommaso D’Aquino, con quello dell’amore per la musica e il prodigarsi per la sua diffusione del noto artista pistoiese.

Suor Delfina e Riccardo Tesi riceveranno l’attestato di socio onorario, assieme ad un’onorificenza del comune di Pistoia ed un omaggio realizzato proprio dalla talentuosa artista Stefania Salvatori.

La pittrice Stefania Salvatori

Il titolo di socio onorario Culturidea nel corso degli anni è stato assegnato al tenore Carlo Bini, Luigi Tronci, Grazia Vanini Pratesi, Wilma Vernocci, Graziano Uliani, Luigi Bardelli, Maurizio Tuci, Lando Bartolini, Umberto Pineschi, Bruno Lapio, Loris Gai (alla memoria), quindi a personaggi che hanno segnato con la loro presenza la vita cittadina e non solo.

Il Festival della Musica e delle Arti ha proprio lo scopo di cercare di far passare il messaggio di una Pistoia solidale e attenta alle esigenze dei meno fortunati e contemporaneamente a non perdere mai di vista l’importanza che ha la buona musica nella vita di tutti i giorni.

Nel corso degli anni la manifestazione ha sempre previsto eventi in cui si introducevano i giovani ed i giovanissimi alla musica dal vivo non solo rock, ma anche classica e lirica.

Allo stesso modo l’azione che non passa inosservata è quella che è possibile aiutare con successo le popolazioni martoriate del Continente Africano nella propria Terra.

In queste XIV edizioni con l’aiuto delle scuole di danza Idea Danza, Centro di Danza Classica e Jazz, Spazio Danza, Smiledance, Progetto Danza Toscana, Centro Arte Danza, Dance Theatre School, Dance with me, Dedalous ed altre si è potuto costruire in Congo un vero centro contro l’emarginazione che dona speranza a centinaia di persone.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento