pistoia è la mia casa. VISITA ALLA QUADRERIA DELLA FAMIGLIA PUCCINI

Il logo
Il logo

PISTOIA. Venerdì 11 novembre ultimo appuntamento del ciclo sulla famiglia Puccini.

Alle 15 per il ciclo di incontri sul tema “I Puccini promotori d’arte fra Settecento e Ottocento”, visita guidata alla quadreria della collezione Puccini conservata al museo Civico.

Uno dei nuclei di maggiore interesse del Museo Civico è rappresentato dalla collezione di dipinti antichi e ottocenteschi della famiglia Puccini, provenienti dalla Villa di Scornio, tra cui la serie di grandi tele ispirate all’ideologia antitirannica e risorgimentale del committente Niccolò Puccini. Raffigurano temi storici medievali e rinascimentali in ampie composizioni, di gusto teatrale e romantico, dove dominano la gestualità e l’espressione delle passioni dei protagonisti, abbigliati nei ricchi costumi dell’epoca.

Questi quadri, che evocano i momenti salienti della storia italiana incitando ad azioni patriottiche, furono commissionati da Niccolò Puccini, sul finire degli anni Trenta dell’Ottocento, ai più noti o promettenti pittori del tempo come Giuseppe Bezzuoli (“L’assassinio di Lorenzino de’ Medici”), Giulio Piatti (“La congiura de’ Pazzi”; “L’origine del Vespro siciliano”), Antonio Bertoli (“La morte di Francesco Ferrucci”), Enrico Pollastrini (“L’uccisione del duca Alessandro de’ Medici”), Emilio Busi e Luigi Asioli (“La cacciata dei Tedeschi da Genova: il Balilla”).

Il ciclo è a cura dell’associazione Pistoia città di tutti.

La visita, a cura di Gianluca Chelucci, avrà la durata di 2 ore e trenta. Il ritrovo è all’ingresso del museo Civico di Pistoia in piazza del Duomo.

La partecipazione alle iniziative è gratuita. Gli interessati però devono prenotarsi telefonando ai numeri 800-012146 oppure 0573-21331.

[daniele – comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento