pistoia. «IL QUARTIERE DELLE FORNACI NON VA ABBANDONATO»

Erba alta negli spazi verdi alle Fornaci
Erba alta negli spazi verdi alle Fornaci

PISTOIA. Per l’ennesimo anno nei giardini del condominio le “certose” alle Fornaci gli inquilini si ritrovano ad avere impedito l’accesso al giardino condominiale a causa del mancato taglio dell’erba. Nonostante le molte segnalazioni e proteste fatte dagli inquilini e le promesse profuse dalla Spes, oltre un mese fa, di provvedere al taglio non si può aspettare oltre che l’amministrazione trovi una soluzione.

Segnaliamo l’episodio perché questo sta creando un problema importante: l’erba alta e il mancato accesso agli spazi di verde che con l’arrivo del caldo porta anche a un rischio di aumento di insetti come zecche o di altre bestiole che nell’erba trovano rifugio.

È evidente che questa cosa crea disagio agli inquilini del palazzo. Alcuni abitanti che possiedono attrezzature per fare le pulizie, dopo oltre un mese di attesa, si sono arrangiati e in alcune zone del giardino hanno cercato di ripulire l’erba in eccesso, ma non si può pensare che questa sia una soluzione generale: fare ognun per sè.

Nel condominio sono infatti presenti disoccupati e precari che non hanno decespugliatori o strumenti simili e anziani che certo non si possono mettere a tagliare l’erba da soli.

Aiuole piene di erbacce
Aiuole piene di erbacce

Il quartiere delle Fornaci non va abbandonato. Facciamo appello a tutti gli inquilini delle case popolari a non lasciare sole le “certose”.

Il mancato taglio dell’erba è solo il segnale che le problematiche che il quartiere vive e che gli abitanti, singolarmente, segnalano non trovano risposte dall’amministrazione.

Per questo motivo invitiamo gli abitanti delle Fornaci a organizzarsi. L’organizzazione è il primo passo che va fatto per trovare soluzioni ai disagi del quartiere.

Ad esempio un comitato di abitanti potrebbe iniziare a censire il numero di disoccupati e precari che vivono nel quartiere, fare inchiesta sullo stato dell’emergenza abitativa, per segnalare le problematiche che ci sono (in materia di degrado, vivibilità, servizi).

Può provvedere al taglio dell’erba facendo pressione sugli organi competenti o provvedere autonomamente a risolvere i problemi che l’amministrazione lascia sempre più spesso cadere, pretendere che l’amministrazione comunale, la Spes o chi di dovere, assuma chi è senza lavoro per portare a termini i lavori non svolti finora.

Zecche e insetti si nascondono in questa erba folta
Zecche e insetti si nascondono in questa erba folta

Invitiamo anche i lavoratori che, per conto del Comune, si occupano del verde cittadino a contribuire a risolvere questi problemi, sostenendo gli abitanti del quartiere, pretendendo che i lavori che devono essere fatti nel comune non vengano trascurati, che i disoccupati presenti nel quartiere non vengano abbandonati, ma invece assunti per iniziare a mettersi all’opera per ripulire questo giardino e fare fronte agli altri carichi di lavoro che ci sono e che da anni vengono in ogni modo trascurati.

Mercoledì 18 maggio si terrà alle 17:30 al centro sociale delle Fornaci “L’angolo” un’assemblea di quartiere a cui invitiamo gli abitanti e gli interessati a partecipare.

P-carc sezione “Tina Modotti” Pistoia – tel: 339-1918491– email: pcarc_pistoia@libero.it – sito: www.carc.it. Unione Inquilini Pistoia – tel: 3483837114 corso Gramsci 145, email: unioneinquilinipt@libero.it – sito: www.unioneinquilini.it.

Vedi anche: Burocrazia. Tomasi e il taglio dell’erba alle fornaci

[pcarc pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “pistoia. «IL QUARTIERE DELLE FORNACI NON VA ABBANDONATO»

Lascia un commento