pistoia. SABELLA: «LE SOCIETÀ SPORTIVE? MA CHE PRESENTINO I BILANCI!»

Correttivi devono essere adottati perché lo sport ha un importante valore sociale e culturale e i soldi pubblici vanno spesi in modo trasparente
La scheda per la Brexit: una semplicità disarmante...
La scheda per la Brexit: una semplicità disarmante…

PISTOIA. Tra un’Appendino, una Raggi ieri e una Brexit in arrivo – a proposito avete visto la cartolina di voto?Potrebbe votare anche chi non conosce l’inglese, proprio come quando si vota noi per il referendum che non si capisce niente nemmeno a essere nati qui… – la vita va avanti.

Ieri pomeriggio si è riunito il consiglio comunale e tra le varie il consigliere

Alessandro Sabella, del gruppo di Forza Italia, ha presentato una mozione che attendeva da tempo, per impegnare il Sindaco e la Giunta a controllare che le Società e le associazioni sportive pistoiesi che ricevono contributi dal Comune giustifichino le loro spese attraverso bilanci contabili (mai richiesti fino al giugno 2015).

In sintesi: da anni venivano erogati contributi ai vari soggetti gestori degli impianti di proprietà comunale, prima, finché non sono state abolite, attraverso le Circoscrizioni, poi è stato il Comune stesso a erogare, prolungando le convenzioni in essere. Da quel momento le società sportive riguardate non hanno mai richiesto i contributi che l’amministrazione comunale ha continuato a erogare senza mai chiedere i bilanci.

Nel 2015 il consiglio comunale ha approvato un regolamento per la concessione in uso o gestione degli impianti sportivi comunali; ora Fi chiede a Sindaco e Giunta di verificare che le società riguardate abbiano presentato i bilanci relativi al 2013 e 2014, di richiedere che le uscite superiori a 500 € siano documentate e tra le entrate siano indicate le cifre ricevute dal Comune.

Alessandro Sabella
Alessandro Sabella

Creare e inserire in bilancio una voce “sanzioni” per le società che non hanno rispettato le regole e sospendere per il 2016 il contributo economico per chi non ha presentato i bilanci richiesti è il passo successivo.

La mozione di Fi chiede infine di sospendere per il 2016 il contributo economico ai soggetti sportivi il cui bilancio degli ultimi due anni sia in attivo o in pareggio al netto del contributo ricevuto. Impiegare, infine, quanto non speso o recuperato per le necessarie migliorie degli impianti sportivi pistoiesi.

Gli impianti sportivi della nostra città, proprio nell’imminenza dell’anno della cultura, soffrono di molteplici criticità, per gli sport cosiddetti minori spesso non c’è niente nonostante le migliaia di ettari di terreno che si trova nella disponibilità comunale.

Manca una piscina con le vasche di misura regolamentare, abbiamo campioni di nuoto nati a Pistoia, come Alice Nesti, oro agli europei, o lo stesso Niccolò Bonacchi, che si adattano ad allenarsi qui ma solo per il grande affetto che nutrono per la città…

Il tema degli impianti sportivi è tristemente arcinoto, molto spesso rimbalza nelle discussioni dell’assemblea cittadina e gli opportuni correttivi devono essere adottati perché lo sport ha un importante valore sociale e culturale, non solo per i più giovani.

Di certo è doveroso il controllo delle contribuzioni pubbliche ai gestori di tali impianti, e anzi, le associazioni e società sportive che non hanno giustificato le loro spese e non hanno presentato i bilanci hanno dimostrato ben scarso senso civico.

Accertiamoci anche non diano cattivo esempio ai ragazzi che le frequentano.

[Paola Fortunati]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento