PISTOIA, SEDE POLIZIA: INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DI FRATELLI D’ITALIA

La Questura di Pistoia
La Questura di Pistoia

Sopralluogo di Donzelli: “Struttura completata, Alfano e Renzi rompano gli indugi e dispongano il trasferimento. La vecchia sede è pericolosa”

PISTOIA. “Il Ministero dell’Interno disponga il trasferimento della polizia di Pistoia nel nuovo edificio della polizia di via Pertini, finalmente pronto. È incomprensibile che il cambio di sede ancora non avvenga, mentre l’attuale edificio di via Macallè è fatiscente, non a norma e pericoloso per chi ci lavora e per i cittadini”.

Lo ha detto il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione e candidato a governatore Giovanni Donzelli, che stamani insieme agli esponenti locali del partito e ai sindacati di polizia ha svolto un sopralluogo all’interno della nuova struttura predisposta per ospitare il Polo della sicurezza a Pistoia. Nel corso della visita Donzelli ha annunciato che il gruppo di Fratelli d’Italia presenterà sulla questione una interrogazione parlamentare al Ministro Angelino Alfano.

Le foto della visita all’interno dell’edificio al link https://drive.google.com/folderview?id=0ByewtD3141KvfjZ3ajhncDBlRjdBQnQ3RXZtd3NreEJTYWZIUHY0QjczVUpvSENRYkNrak0&usp=sharing

La nuova Questura in via Pertini
La nuova Questura in via Pertini

“Da troppo tempo Polizia, Questura e Prefettura attendono il trasferimento nel nuovo edificio – commenta Donzelli – in una vicenda che sembra non finire mai. È raccapricciante che in un momento difficile come questo per le forze dell’ordine, che da anni ormai denunciano l’inadeguatezza delle strutture e dei mezzi di cui dispongono, non si sfrutti un edificio nuovo finalmente pronto – conclude Donzelli – è l’ora di dare un calcio ai ritardi e alla burocrazia che ne hanno ostacolato l’utilizzo”.

[fratelli d’italia – consiglio regionale]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento