PISTOIA, UNA SCONFITTA CHE NON FA MALE

Bb Sassari
Bb Sassari

PISTOIA. “No foul”. Con questa dichiarazione CJ Williams spenge sul nascere qualche polemica nemmeno troppo velata sull’atteggiamento dei tre grigi nell’ultima azione di gioco dei padroni di casa. Palla in mano, sotto di uno nel punteggio, Pistoia decide di affidarsi a CJ per quello che avrebbe dovuto essere l’ultimo tiro della gara. Williams è on fire, tutti si aspettano un tiro da fuori allo scadere, l’americano invece decide di buttarsi dentro, partendo sicuramente troppo presto, e finisce per sbattere contro due avversari.

Fallo? Sfondamento? Nella sorpresa generale i tre grigi optano per un atteggiamento ponzio-pilatesco e non sanzionano nulla. Palla in mano ai sardi, fallo tattico dei padroni di casa, e partita persa con beffa finale sul tiro del supplementare tentato dal Cincia e sputato fuori da un ferro non amico.  Sia chiaro, nessuno al Palazzo ha solo per un momento pensato di aver subito un furto: Sassari è venuta a Pistoia ed ha dimostrato sul campo di avere qualcosa in più dei biancorossi.

Una squadra in cui tutti i componenti del roster portano la propria mattonella (solo Cusin non pervenuto, ma non è chiaro se è stata scelta tecnica o obbligata) contro sette volenterosi biancorossi, perché Magro sarà sicuramente un nazionale ma evidentemente contro Lawal e Brooks Moretti preferisce non rischiare e fa ruotare il Presidente con Brown e Milbourne. Una squadra, Sassari, ben costruita ed ancora meglio gestita da Meo Sacchetti.

Bellissima la sfida tra play: i sardi alternano in cabina di regia Logan e Sosa, quest’ultimo mortifero coi tiri dalla lunga, ma i nostri Hall e Filloy non sfigurano. Hall in particolare dà l’impressione di avere potenzialità enormi, oltre ad una capacità di palleggio vista poche volte al PalaCarrara. Sotto canestro una battaglia tutta muscoli tra Johnson e Lawal, con entrambi i protagonisti che certo non difettano in personalità.

Il Presidente stavolta patisce ma gli va dato atto di aver lottato contro alcuni tra i clienti peggiori con cui dovrà confrontarsi per tutta la stagione: lo aspettiamo a sicura riscossa domenica contro Cremona. Ottimo Cinciarini nel primo tempo, ma assente ingiustificato nella ripresa quando era lecito aspettarsi qualcosa di più quantomeno in termini di assunzione di responsabilità.

Convincente Brown, che con Hall si contenderà a fine stagione il titolo di promessa sbocciata: lecito aspettarsi grandi numeri e sostanziosi progressi, sarà bello godersi qualche numero ad alto tasso di spettacolarità che è nel bagaglio tecnico del giocatore. Qualche perplessità, invece, continua a destarla Milbourne, che piazza un paio di stopponi che esaltano il pubblico ma pare ancora poco inserito nei giochi.

Strepitoso Williams, che pure ha sprecato qualche pallone di troppo, ma che finisce per essere il miglior realizzatore di Pistoia con 23 puntoni, impreziositi da una bomba allo scadere del primo tempo da distanza siderale.

Sassari, merita sottolinearlo di nuovo, è semplicemente una squadra più forte. Certamente i tre grigi, al di là dell’episodio dell’ultima azione, hanno scontentato in egual misura entrambe le squadre con chiamate fantasiose (meno male sono internazionali) e più che altro hanno adottato un metro arbitrale tendente a lasciar correre che, se da un lato favorisce lo spettacolo, dall’altro penalizza la squadra meno fisica quale è Pistoia quando gioca contro i sardi. Onestà intellettuale, però, vuole che si ammetta che se Williams avesse segnato allo scadere non staremmo troppo a puntualizzare.

La partita in realtà rincuora il tifoso biancorosso: al cospetto della contendente più accreditata per strappare il titolo ai campioni in carica, la banda Moretti gioca una signora partita. In una sfida caratterizzata da ottime difese e tiri ad alto tasso di difficoltà, anche se gli ospiti danno sempre l’impressione di riuscire a trovare il canestro con più facilità a conti fatti è un solo tiro a fare la differenza. Si può essere fiduciosi, pur nell’amarezza della sconfitta, e consapevoli che domenica prossima in casa contro Cremona sarà di nuovo grande battaglia, ma ci sono tutte le condizioni per portare a casa il risultato.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento