PITEGLIO. RINASCE IL CIRCOLO PD

Il circolo Pd di Piteglio
Il circolo Pd di Piteglio

PITEGLIO-PRATACCIO. [a.b.] Alla presenza degli onorevoli Edoardo Fanucci e Caterina Bini , del sindaco di Piteglio Luca Marmo e di altri rappresentanti del Pd provinciale tra cui il segretario Marco Niccolai e Riccardo Trallori un gruppo numeroso di persone ha partecipato ieri pomeriggio a Prataccio alla iniziativa “La nostra Montagna e il nostro partito” organizzata dal Circolo del Partito Democratico di Piteglio tornato in vita dopo un lungo periodo di inattività.

Presso il ristorante La Dina nella frazione montana si è tenuta infatti l’assemblea degli iscritti e degli elettori di Piteglio che ha provveduto a ratificare come segretaria dell’unione comunale di Piteglio Albarosa Nesti. (ex dirigente del Comune di San Marcello Pistoiese).

L’On. Bini a Prataccio
L’On. Bini a Prataccio

“Il partito in questa realtà – ha scritto l’onorevole Caterina Bini – ha ripreso da tempo il proprio cammino, riconquistando anche la guida dell’amministrazione comunale alle scorse elezioni. Oggi abbiamo fatto un altro passo insieme, con questa prima assemblea di tutto il partito. In questa occasione, ci siamo nuovamente confrontati su alcune azioni fondamentali per il futuro della montagna: la sanità e lo stato dei fatti rispetto alla riorganizzazione che ha coinvolto l’Ospedale Pacini, e la riorganizzazione dell’assetto istituzionale attraverso l’ambizioso progetto del Comune Unico. Ai democratici del territorio e a tutti noi buon lavoro!”.

“Oggi (ieri per chi legge – n.d.r.) – ha scritto il sindaco Luca Marmo – tanta gente a Prataccio per la ricostituzione del circolo PD. Ripartire dal basso per riformare la politica”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “PITEGLIO. RINASCE IL CIRCOLO PD

  1. Auguri, vecchia compagna (non compagna vecchia). E rallegramenti anche se, senza offesa, l’usato sicuro e il bomba-Renzi mi sembra non vadano molto d’accordo in questo periodo.
    Comunque buon lavoro! Dimenticavo: guardati dai lupi, ancorché spelacchiati…
    Un caro saluto.
    Felice

  2. Speranza inutile, mi sa! Il “lupo”, ancorchè spelacchiato, era riconoscibile anche di spalle, tra il pubblico; e pensare che riesca a capire da sè che sarebbe il caso di levarsi dai piedi e non rompere più l’anima con la propria inutile presenza, ho l’impressione che sia pura illusione.
    Piero.

  3. o QUale riorganIZzazione onorevole Bini Caterina:ci avete tolto l’osPEdale, vergognatevi e basta.
    guardate poi chi partecipa alle vostre iniziative, vedo MEzze amicizie della mia adolescenza nella foto, quelli che dovrebbero ricostruire la montagna vi stanno abbondantemente alla larga
    ElisABEtta roSSI

  4. Il coraggio alla Bini non si può dire che le manchi… Ma come si fa a dire “ripartiamo dalla base” quando si è consapevoli che è solo demagogia in quanto i vertici comunque resterebbero tali e quali nelle proprie posizioni? Si vuole smettere per favore di prendere in giro i cittadini? Il PD prima di ricominciare dalla base dovrebbe epurare se stesso in ogni dove è poi quale base ripartirebbe? Forse cittadini comuni si avvicinano all’attivismo del PD? Non mi pare proprio a meno che non siano portatori di interessi personali o nostalgici “comunisti” che nemmeno loro sanno più cosa voglia dire essere comunista, anzi, di sinistra… Questa è la verità. Cara Bini ti sei già messa in vetrina con la repower e ti è andata male, hai speso parole per la nuova questura ma i nostri concittadini poliziotti rischiano la vita ogni volta che entrano nella sede di via Macallè e tutto è uguale al 2012, hai speso parole per la montagna e la montagna è sempre più isolata…. Ma almeno una giusta durante la tua personalissima carriera politica la azzeccherai?… L’ardua sentenza ai posteri…

Lascia un commento