PIÙ CREDITO PER LE AZIENDE

La Bcc Vignole e Montagna Pistoiese
La Bcc Vignole e Montagna Pistoiese

QUARRATA. Un accordo di collaborazione per la crescita delle imprese del settore vivaistico è stato stretto tra la Banca di Vignole e della Montagna Pistoiese e l’Associazione vivaisti pistoiesi, a cui aderiscono oltre duecento aziende. L’intesa prevede di condividere la progettazione di prodotti finanziari necessari alle piccole e medie imprese del comparto vivaistico con condizioni agevolate; incrementare la conoscenza e l’utilizzo di strumenti agevolativi e di garanzia da parte delle aziende; facilitare la predisposizione delle pratiche di affidamento, operando per snellire al massimo tutte le procedure e promuovere una serie di prodotti e servizi già messi a punto per rispondere alle varie esigenze delle imprese agricole e vivaistiche, a condizioni più che concorrenziali.

Tra queste ci sono: il conto corrente “Chiaro e Agrario”, il “Finanziamento polizza calamità naturali”, l’anticipazione di crediti vantati nei confronti di clienti italiani o stranieri, l’anticipazione dei contributi Pac o derivanti da misure Psr, l’apertura di credito in conto, il Credito agrario di conduzione finalizzato alla costituzione del capitale di esercizio (impianto di colture, reimpianto di colture danneggiate da calamità, acquisto di prodotti), il Credito agrario di dotazione (investimenti strutturali relativi alla dotazione agraria o agrituristica, acquisto di macchinari, impianti e altre attrezzature) e il Credito agrario di miglioramento, un finanziamento finalizzato all’acquisto, costruzione o ristrutturazione di terreni e immobili destinati ad attività agricola o agrituristica.

L’accordo prevede tempi ristretti di risposta alle richieste di finanziamento, che variano in base alla tipologia della pratica, da 15 a 30 giorni.

Il Direttore Generale Elio Squillantini
Il Direttore Generale Elio Squillantini

«Da diversi anni – afferma il direttore generale Elio Squillantini – la Banca ha intrapreso iniziative mirate per il settore agricolo sia per sostenere le produzioni di eccellenza come l’olio e il vino del Montalbano, sia per quanto riguarda l’attività vivaistica che a Pistoia ricopre una grande importanza in termini di fatturato, occupazione e presenza sui mercati internazionali. Questo accordo vuole gettare le basi per un’ulteriore crescita delle aziende del nostro territorio. Grazie alle politiche degli scorsi anni e alle dotazioni patrimoniali e di liquidità, la Banca in questo momento non avrebbe problemi a destinare a favore della clientela e dei soci finanziamenti per investimenti per importi rilevanti, quantificabili in circa 100 milioni, di cui una parte già destinati con appositi plafond per campagne mirate o finalità particolari, come l’intervento in favore di famiglie e imprese colpite dal maltempo dello scorso 5 marzo».

Il Presidente Giancarlo Gori
Il Presidente Giancarlo Gori

«La nostra Banca di credito cooperativo nacque 110 anni fa come Cassa Rurale di prestiti di Vignole: il sostegno all’attività agricola è dunque nel nostro Dna – spiega il presidente della Bcc Vignole e Montagna Pistoiese Giancarlo Gori –. Tuttavia il settore vivaistico era rimasto in secondo piano nella nostra attività, sia per lo sviluppo dell’artigianato nel nostro territorio, sia perché non volevamo interferire nelle aree coperte dalle banche consorelle del credito cooperativo. Dopo la fusione con la Banca della Montagna Pistoiese, il nostro territorio di competenza e la nostra presenza su Pistoia si sono allargati. E anche le attività vivaistiche si stanno espandendo in zone dove prima non erano presenti, come a Quarrata. Adesso, dunque ci sono tutte le condizioni per rinsaldare questo legame, mettendo a disposizione delle aziende vivaistiche una serie di prodotti e iniziative calibrate sulle loro necessità».

«Il rapporto che si sta costruendo con la Bcc Vignole e Montagna Pistoiese è molto positivo – dichiara il presidente dell’Associazione Vivaisti Pistoiesi Vannino Vannucci –. L’obiettivo è quello di trovare prospettive comuni su cui impiegare energie e lavorare insieme per il futuro del settore vivaistico. Questo assumerà una particolare rilevanza anche in vista del Piano di Sviluppo Rurale della Toscana. La sensibilità e la vicinanza da parte della Bcc Vignole e Montagna Pistoiese rispetto ad un settore trainante a livello economico nel nostro territorio, come quello vivaistico, non potrà che portare ad un rafforzamento dei rapporti».

[zona – bcc vignole-montagna pistoiese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento