POESIA E PITTURA AL “FERMENTO”

Un quadro di Adua Biagioli
Un quadro di Adua Biagioli

PISTOIA. Associazione Culturidea e Fermento ancora saldamente uniti nella promozione e valorizzazione del rapporto tra musica, poesia, cultura, pittura, organizzano, mercoledì 8 luglio alle 20:20, un confronto tra l’autrice di Latte e limoni e la pittura e poesia di Adua Biagioli.

Anna Maria Dall’Olio, esperantista, critica letteraria, non è alla prima raccolta poetica, ha già pubblicato L’angoscia del pane, 20 poesie per la rivista Calamaio ed il dramma in lingua esperanto Tabelo, vincitrice di vari concorsi letterari, ed è docente di lingue.

Per certi versi la poetessa nella sua opera sembra quasi riprendere l’adagio della “nessuna formula, nessuna finzione e soprattutto nessun metodo prestabilito in arte…” di pirandelliana memoria quando varca la soglia dell’ermetismo. Ermetismo che per definizione è quello in cui si sottolinea una poesia dal carattere chiuso (ermetico) e volutamente complesso, solitamente ottenuto attraverso un susseguirsi di analogie di difficile interpretazione.

Anna Maria Dall'Olio
Anna Maria Dall’Olio

Adua Biagioli, pistoiese, si definisce “Vera. Ultrasensibile” e narra della poesia come un linguaggio musicale per lei interiore da cui potersi fermare per poi ripartire ogni giorno e aprirsi al mondo che la circonda. La Biagioli parla sempre di un “io-mondo, un canto a due voci che ha sempre un’eco di ritorno”.

Mentre Anna Maria Dall’Olio è autrice letteraria, Adua Biagioli è anche pittrice, maestra d’arte, entrambe sono risultate vincitrici di diversi concorsi e hanno frequentemente partecipato ad eventi culturali molto importanti.

Ciò che cercano di fare Culturidea e Fermento negli eventi del mercoledì, è che poesia e arte pittorica si unifichino nella vera arte, come nella creatività dello spirito si uniscono la naturale spontaneità e l’elaborazione concettuale.

C’è nell’unione di esse una grande energia vitalistica che va dalle forme naturali più semplici a quelle più elaborate fino alla visione dell’infinito, dell’indeterminato, che si esalta nelle poesie ermetiche della Dall’Olio come nella pittura di Adua Biagioli.

Adua Biagioli
Adua Biagioli

Mercoledì 8 luglio in via Dante dei Petri, presso la Sala di Pistoia, dopo il successo del primo incontro con Antonio Saputo e Elena Baldi, ci sarà non solo la possibilità di degustare gli ottimi piatti del Fermento, ma anche di porre al primo posto della propria attenzione l’amore per la poesia e la pittura.

Come sempre i quadri esposti nella serata rimarranno in esposizione nel locale per tutta la settimana successiva in attesa del momento di Simona Selene Scatizzi pittrice e poetessa all’unisono.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento