poesia. «IL GELO E LA LUCE» DI CARIFI

Domani 2 aprile, alle 18, alla libreria Lo spazio insieme all’autore saranno presenti Massimo Baldi, Piero Buscioni e Walter Raffaelli
L'invito
L’invito

PISTOIA. Sabato 2 aprile alle 18, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, Roberto Carifi presenta Il gelo e la luce (Raffaelli editore, 2015, p. 80, euro 12,00, Prima edizione Le Lettere,2003).

Intervengono, insieme all’autore, Massimo Baldi, Piero Buscioni e Walter Raffaelli.

La poesia di Roberto Carifi è da sempre caratterizzata da una cifra conflittuale, da una sorta di interna dialettica di speranza e disperazione, di ombra e di luce dove il sentimento tragico della vita si apre al senso religioso della grazia e del dono, della pietà e del perdono.

Il gelo e la luce richiama già nel titolo la vocazione a raccontare il dolore, allude alla riflessione poetica intorno ai temi del male e del nichilismo, che del resto Carifi ha più volte affrontato nei suoi lavori di saggistica filosofica.

Ma accanto al gelo, che in una dimensione sia privata che collettiva evoca la presenza del negativo, si accende la luce della compassione e della preghiera, della consolazione e del distacco.

Lei che non torna ha una parola
sommersa dalla luce,
accesa nell’ora innominabile,
nel tempo notturno che si compie
tra queste ombre mute,
è qui nell’incompiuto abbraccio,
nello sguardo segreto di una porta,
nel buio ricettacolo del male,
lei che non torna è qui
nell’anima percossa dal destino.

Info: Lo Spazio di via dell’Ospizio – Tel. 0573 21744.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento