poggio a caiano. 113 I CONTROLLI EFFETTUATI DAGLI ISPETTORI AMBIENTALI DI ALIA NEL PRIMO MESE DI ATTIVITÀ

Sono stati ispezionati 172 sacchi, arrivando ad emettere un totale di 8 sanzioni

Operatori ambientali a lavoro

POGGIO A CAIANO.  Dai primi di maggio sono attivi nel Comune di Poggio a Caiano gli ispettori ambientali di Alia Servizi Ambientali SpA, che tutte le settimane garantiscono un presidio del territorio, in stretta collaborazione con la Polizia municipale. Nell’ambito dei compiti affidati dal Comune, gli ispettori svolgono attività di accertamento delle violazioni al Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, per la raccolta differenziata dei rifiuti e di altri servizi di igiene ambientale.

In questo primo mese e mezzo di attività, i controlli si sono concentrati in particolare sulla differenziazione dei rifiuti domestici e sul conferimento nei cestini pubblici. Gli ispettori hanno effettuato 113 controlli e verifiche sul territorio ed ispezionato 172 sacchi, arrivando ad emettere un totale di 8 sanzioni. La problematica maggiormente riscontrata risulta la mancata differenziazione dei rifiuti.

«La collaborazione con gli ispettori ambientali è davvero importante – afferma il sindaco Francesco Puggelli – la loro attività permette di velocizzazione la nostra capacità d’intervento, anche a seguito di segnalazioni di conferimenti scorretti che ci arrivano dai cittadini. Prendersi cura del territorio è un’azione congiunta in cui tutti fanno la loro parte e in questa azione fondamentale è la collaborazione della comunità che può segnalare abbandoni e comportamenti scorretti attraverso i canali istituzionali, per aiutare l’amministrazione ed Alia nei loro compiti di vigilanza e controllo”.

L’obiettivo primario del servizio svolto dagli ispettori, prima che sanzionatorio, è informativo ed educativo: gli ispettori ambientali, infatti, parlando e ascoltando i cittadini, li informano sulle corrette pratiche da tenere nell’ambito della raccolta dei rifiuti urbani differenziati e li aiutano così a conferire meglio i rifiuti e a migliorare la qualità della raccolta differenziata.

“La cura che la maggior parte dei poggesi pone alla tutela dell’ambiente – commenta l’assessore all’ambiente Tommaso Bertini – viene confermata dagli ottimi dati sulla raccolta differenziata provenienti da Alia, e non può essere intaccata dai comportamenti di chi invece non ci presta un’adeguata attenzione. Per questo siamo felici di aver potuto riprendere il servizio degli ispettori che avevamo interrotto a causa della pandemia, per garantire così alla nostra comunità un controllo sempre più capillare sul territorio e un miglioramento del decoro della nostra città.”

«E’ importante per Alia l’introduzione dell’attività degli Ispettori ambientali sul territorio, anche in una realtà come Poggio a Caiano dove nello scorso anno la raccolta differenziata si è attestata sopra il 75% – ha dichiarato Luca Silvestri, direttore territoriale servizi area pratese di Alia —. Senza dubbio la collaborazione degli Ispettori, infatti, può essere di aiuto alla cittadinanza già impegnata sul fronte del rispetto dell’ambiente e della corretta differenziazione dei rifiuti.

È centrale, qui come ovunque, costruire una relazione continua e stabile con le utenze domestiche ma soprattutto con le non domestiche, in modo da alimentare un contatto permanente e rinnovare in modo puntuale le informazioni di servizio.»

[alia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email