poggio a caiano. PER IL MURO IL SINDACO SCRIVE A FRANCESCHINI

Chiesto un impegno per tutto il muro perimetrale della villa e un piano di investimenti programmato anche per le altre opere necessarie
Si lavora per la messa in sicurezza

POGGIO A CAIANO. Procedono secondo quanto programmato i lavori ad opera della Soprintendenza e dal Polo Museale della Toscana di messa in sicurezza di Via Lorenzo Il Magnifico, interessata dal cedimento del muro di cinta della Villa Medicea.

Intanto il sindaco Marco Martini ha inviato una lettera al ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, chiedendo rassicurazioni sulla tempistica dell’intervento complessivo di ristrutturazione.

“La zona colpita è vitale per il nostro paese – scrive Martini –, dal punto di vista delle attività commerciali presenti, del turismo, delle attività formative e culturali del Paese (a margine del muro della Villa Medicea si trovano le Scuderie Medicee di proprietà comunale che ospitano la biblioteca, il Museo Ardengo Soffici e del ‘900 italiano, sale conferenze, spazi espositivi), oltre ad essere un importante via di transito della cittadina, vero e proprio crocevia per gli spostamenti nell’area Firenze-Prato-Pistoia”.

“Adesso, pur verificando che il Ministero si è già attivato – prosegue il sindaco – per la messa in sicurezza del bene e apprezzando davvero anche la vicinanza della giunta e del consiglio della Regione Toscana che dai primi momenti non hanno fatto mancare il loro supporto, chiediamo rassicurazioni affinché tutto il muro che circonda la Villa Medicea per centinaia di metri venga sia messo in sicurezza, sia ripristinato o ristrutturato laddove necessario.

Il Sindaco Marco Martini

“Comprenderai infatti che non potremo condividere un’eventuale soluzione che privilegi la mera messa in sicurezza provvisoria di tutto il muro di cinta, con antiestetici materiali provvisori a sostegno, per poi rimandare ad un futuro incerto per finanziamenti e modalità, le operazioni di ripristino e restauro che sono assolutamente necessarie.

“Ti chiediamo quindi un tuo intervento affinché sia garantito il ripristino complessivo di tutte le mura perimetrali della Villa Medicea ed un piano di investimenti programmato negli anni a seguire per risolvere problemi che da anni e anni si aggiungono senza risolversi, nonostante l’impegno della Direzione della Villa e del Polo Museale della Toscana, come la situazione del porticato esterno sui quattro lati della bellissima Villa, chiuso da moltissimi anni su 3 lati su 4 con tubi e fettuccia rossa di cantiere.

“Ti segnalo poi la scalinata di congiunzione tra la Villa ed i giardini anch’essa da lunghi anni chiusa al transito e poi la rimozione di lamiere e tubi innocenti che coprono pertinenze della Villa Medicea che mettono sì in sicurezza (a danno però del paesaggio che è un altro bene culturale da tutelare, garantito dalla nostra Costituzione), ma che non risolvono il problema”.

Il sindaco Martini ha anche invitato il ministro a visitare la Villa Medicea nella giornata di domani, in cui lo stesso sarà a Pistoia per la cerimonia di inaugurazione dell’anno della Capitale d’Italia della Cultura, ma Franceschini che ha subito cortesemente risposto, non potrà accettarlo per concomitanti impegni già assunti.

[comune poggio a caiano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento