POGGIO A CAIANO SIMULA UNA ALLUVIONE

L’esercitazione di Protezione civile si terrà venerdì 13 aprile
Poggio a Caiano 1992

POGGIO. La simulazione di un’alluvione. A Poggio a Caiano molto più di una classica esercitazione di protezione civile, organizzata in maniera più o meno ricorrente dai Comuni.

«L’alluvione, un evento — dichiara il vice sindaco Francesco Puggelli – che gli abitanti di Poggio a Caiano hanno vissuto in prima persona; la traccia indelebile della notte drammatica del 30 ottobre 1992 è scolpita nella memoria della nostra comunità. Una ferita ancora aperta».

È anche per questa ragione che venerdì 13 aprile, con inizio alle ore 9, sarà collaudato il nuovo piano di Protezione civile, predisposto dal Comune, con una prova, che simulerà un’alluvione: a partire dal primo mattino sarà lanciato un’allerta tramite social e il sito comunale e si procederà all’evacuazione della scuola “Lorenzo il Magnifico” con gli studenti che, accompagnati dai volontari delle associazioni in piazza della Chiesa, riceveranno informazioni, anche con gazebo, sui comportamenti da tenere nel caso di una situazione ad alto rischio.

Il logo del progetto “Salva guarda il territorio”

«Ma venerdì prossimo non sarà un gioco», sentenzia il vice sindaco Puggelli. Il piano di Protezione civile è stato al centro di un lungo percorso partecipativo: la manifestazione di venerdì 13 ne è l’atto finale.

«Nel piano – continua Puggelli — abbiamo dedicato una particolare attenzione ai minori, così come abbiamo cercato la partecipazione dei cittadini: perché si possono fare tutte le opere per eliminare i pericoli, e a Poggio le abbiamo fatte, ma poi occorre che i cittadini, dai più giovani, sappiano come comportarsi davanti a eventi negativi. Il rischio zero, la possibilità di prevenire tutto, non esiste».

Puggelli ricorda le numerose opere idrauliche realizzate a Poggio a Caiano per mettere in sicurezza il territorio, ultime le due vasche di espansione sul torrente Furba e al Ponte Attigliano, ma il Comune, nel momento in cui metteva a punto il nuovo piano di Protezione civile, si è preoccupato di varare il progetto “Salva-guardia il territorio”, seconda tappa del processo partecipativo “Tutti per Poggio”: un’occasione che sarà ripetuta martedì 10 aprile (ore 21) al circolo Ambra in un’assemblea pubblica convocata per preparare l’esercitazione del venerdì successivo.

[comune di poggio a caiano]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento