poggio. GKN, IL PRESIDIO DEVE ANDARE AVANTI. ORA PIÙ CHE MAI

Una delegazione di giunta e del consiglio comunale ha consegnato ai lavoratori beni di prima necessità acquistati con il gettone di presenza  

La consegna della spesa

POGGIO A CAIANO. Lo scorso 26 luglio il Consiglio comunale ha deciso all’unanimità di devolvere un gettone di presenza per comprare beni di prima necessità e sostenere così il presidio degli operai licenziati di fronte alla GKN.

Un presidio che si protrae da oltre un mese.

All’iniziativa dei consiglieri hanno aderito anche tutti gli assessori con una donazione volontaria.

Ieri sera una delegazione di giunta e del Consiglio Comunale ha incontrato i lavoratori e le lavoratrici per esprimere piena solidarietà e vicinanza.

La delegazione di Poggio a Caiano

“Devolvere il gettone per beni di prima necessita per i lavoratori  — ha spiegato il sindaco Puggelli — è stata una decisione unanime. Non esistono colori politici quando si tratta di sostenere una battaglia per la dignità e per i diritti dei lavoratori!” .

“Questa storia, la storia di 442 famiglie, non deve finire nel dimenticatoio, ora più che mai: qualcosa per il futuro di questi lavoratori sta iniziando a muoversi ed è quindi fondamentale tenere alta l’attenzione su questa vicenda, che è diventata il simbolo — purtroppo — delle conseguenze di un sistema lavorativo basato sulle delocalizzazioni”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email