poggio. “LA TEMPESTA” RILETTA DA SERPIERI

12923365_1678069635777807_8148466605649761706_nPOGGIO. Si conclude questo sabato la rassegna “Autori di oggi, capolavori di ieri”, promossa dai Comuni di Poggio a Caiano e Carmignano in collaborazione con il Polo Museale della Toscana, a cura di Carla Lomi.

Per l’ultimo incontro del ciclo che presenta, in location d’eccellenza, i grandi classici della letteratura riletti dagli autori tra i più importanti del panorama letterario attuale, questo sabato, 2 aprile, alle 17, nel teatrino della Villa medicea di Poggio a Caiano, ospite della rassegna sarà il professore emerito di Letteratura inglese all’Università di Firenze Alessandro Serpieri.

Uno dei più importanti traduttori attuali di Shakespeare, Serpieri ha lavorato in particolare sui drammi e sui sonetti del genio di Stratford-upon-Avon, oltre che su John Donne, sulla poesia romantica di Coleridge e Wordsworth, su quella moderna di T.S. Eliot e sull’opera di Conrad e di Beckett. È stato inoltre presidente della Associazione italiana di Semiotica e della Associazione italiana di Anglistica e autore di due volumi narrativi (Mostri agli alisei,1977, e Mare scritto, 2007).

Per l’occasione rileggerà “La tempesta”, commedia in cinque atti di William Shakespeare, della quale ha detto: “Il mare come immagine del tempo, il caso o la magia come motori delle azioni, nonché la morte e la rinascita, l’esilio e l’agnizione, come destini e riscatti dell’umano: tutti questi motivi vengono variamente giocati a disegnare il percorso labirintico della vita […], ed è il labirinto a costituire il tema più complesso e segreto dell’ultimo dramma romanzesco di Shakespeare”.

Durante l’incontro gli attori Italo Dell’Orto ed Elisabetta Santini interpreteranno i passi più significativi dell’opera. L’ingresso all’evento è libero fino a esaurimento posti.

[comune poggio a caiano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento