POGGIO, POSSIBILE CONTATTO COL ‘DENGUE’. PARTE LA DISINFESTAZIONE

Un caso anche a Poggio a Caiano
Un caso anche a Poggio a Caiano?

POGGIO A CAIANO. È stato rilevato un caso di possibile contatto con il virus Dengue nel Comune di Poggio a Caiano. Sono infatti residenti nel Comune mediceo i parenti di una persone, residente a Firenze, che ha contratto la malattia e che nei giorni scorsi è transitato sul territorio per una visita.

L’amministrazione comunale di Poggio a Caiano, in accordo con la Asl, ha perciò predisposto immediatamente un’ordinanza per dare il via ai trattamenti di disinfestazione previsti dal protocollo ministeriale, per ridurre la popolazione di zanzare e prevenire così un’eventuale diffusione della malattia. Il primo trattamento sarà effettuato a partire dalle 6 di oggi, venerdì 24 luglio.

Il protocollo provvede poi ulteriori trattamenti, che saranno effettuati con il seguente calendario: venerdì 24 luglio, a partire dalle 18; sabato 25 luglio un primo trattamento alle 6 e un secondo alle 18; domenica 26 luglio alle 6; lunedì 3 agosto alle 6; l’ultimo lunedì 10 agosto alle 6.

L’area interessata dalla disinfestazione è quella che si estende per un raggio di 100 metri intorno a via Andrea del Sarto. Più precisamente: via Andrea Del Sarto, via Ambra (da via Cosimo de’ Medici a via Granaio), via Granaio (da via Aldo Moro a via Ferdinando I), via Aldo Moro (da via Leone X a via del Granaio), via Leone X (da via Aldo Moro a via Cosimo de’ Medici), via Cosimo de’ Medici (da via Leone X a via Ambra), via San Francesco (da metà tra Via Condotti e Via Ambra a via Leone X), via Ferdinando I (da metà tra Via Condotti e Via Ambra a via A. Moro).

L’intervento sarà effettuato utilizzando prodotti insetticidi a base di piretroidi, non pericolosi per la salute umana.

Durante l’intervento e nelle ore immediatamente successive, gli abitanti della zona sono invitati ad adottare semplici misure di precauzione, come tenere chiuse porte e finestre, non soggiornare all’aperto durante l’applicazione, tenere al chiuso gli animali domestici, ritirare la biancheria, coprire negli orti le piante destinate al consumo umano. Inoltre l’amministrazione chiede a coloro che abitano nella zona dell’intervento e che hanno giardini privati di consentire l’accesso degli operatori, per permettere di effettuare il trattamento anche negli spazi verdi interni.

A proposito della malattia, si precisa che la Dengue è una malattia febbrile di norma a decorso benigno, causata da un virus trasmesso da zanzare del genere Aedes. In Italia il vettore potenzialmente più efficace è Aedes albopictus, meglio conosciuta come “zanzara tigre”. Pertanto tutti i comportamenti utili a combattere la zanzara tigre e l’adozione delle normali raccomandazioni contro le punture da insetto sono efficaci nel prevenire la diffusione della malattia.

Per evitare la proliferazione di zanzare, l’amministrazione invita pertanto la popolazione a: avere una buona tenuta delle aree private esterne alle abitazioni evitando raccolte di acqua (sottovasi, depositi di acqua per annaffiare, ecc.); effettuare trattamenti larvicidi nei pozzetti di raccolta delle acque piovane ubicati nelle aree private. Si ricordano inoltre le comuni raccomandazioni per la prevenzione delle punture di insetti:

  • utilizzare repellenti cutanei per uso topico. I repellenti per gli insetti e gli insetticidi a base di piretroidi possono essere spruzzati direttamente sugli abiti;
  • alloggiare in stanze dotate di impianto di condizionamento d’aria o, in mancanza di questo, di zanzariere alle finestre, curando che queste siano tenute in ordine e siano ben chiuse;
  • spruzzare insetticidi a base di piretro o di permetrina nelle stanze di soggiorno o utilizzare diffusori di insetticida operanti a corrente elettrica. È necessario, comunque, attenersi scrupolosamente alle norme indicate sui foglietti illustrativi dei prodotti repellenti, non utilizzarli sulle mucose o su regioni cutanee lese e porre particolare attenzione al loro impiego sui bambini. Inoltre, le donne gravide e i bambini, prima di usare un repellente cutaneo dovrebbero consultare il proprio medico;
  • indossare indumenti di colore chiaro che coprano il più possibile (con maniche lunghe e pantaloni lunghi).

[comune poggio a caiano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “POGGIO, POSSIBILE CONTATTO COL ‘DENGUE’. PARTE LA DISINFESTAZIONE

  1. CONTINUANO GLI INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE DENGUE

    Desidero tranquillizzare i cittadini precisando che la disinfestazione in corso è effettuata a scopo preventivo. Non è stato registrato un vero e proprio caso di Dengue sul territorio comunale di Poggio a Caiano. Si tratta infatti di una persona che ha contratto la malattia e che ha soggiornato solo per alcune ore nell’area del nostro Comune.
    E’ stato comunque comunque necessario, come da protocollo ministeriale e come concordato con la ASL di Prato, adottare ed attivare tutte le misure cautelative previste, per evitare, nell’eventualità che ci sia stato un contatto tra la persona in questione e le zanzare, vettori del virus, la diffusione e replicazione degli insetti vettori, in un raggio di 100 metri intorno alla via A. Del Sarto Tale limite della distanza è considerato più che sufficiente dal protocollo sanitario e quindi preciso che non sono necessarie disinfestazioni nelle altre zone del territorio comunale.
    Il secondo trattamento di disinfestazione sarà effettuato alle 18 di questo pomeriggio (mercoledì 24/07) dagli operatori di ASM. Le vie interessate dalla disinfestazione, che segue i criteri stabiliti su base scientifica dal Ministero della Salute, sono le seguenti: via Andrea del Sarto, via Ambra (da via Cosimo de’ Medici a via Granaio), via Granaio (da via Aldo Moro a via Ferdinando I), via Donizetti (dall’incrocio con via Moro al numero civico 5), via Aldo Moro (dal numero civico 12 all’intersezione con via del Granaio), via Leone X (da via Aldo Moro a via Cosimo de’ Medici), via Cosimo de’ Medici (dal numero civico 1 all’intersezione con via Ambra), via San Francesco (dal numero civico 15 all’intersezione con Via Ambra), via Ferdinando I (dal numero civico 5 all’incrocio con via del Granaio). Il terzo intervento è previsto per domani, sabato 25 luglio, alle 6 di mattina (i successivi alle 18 di domani, alle 6 di domenica, alle 6 di lunedì 3 agosto e l’ultimo alla stessa ora di lunedì 10 agosto).
    Ringrazio nell’occasione i Responsabili dell’Azienda USL 4 di Prato – Unità funzionale di Igiene e Sanità pubblica, tutti gli operatori della ASM, gli Agenti della nostra Polizia Municipale con il Comandante Giovanni Gangi ed il Vicesindaco Francesco Puggelli che hanno gestito, con la massima disponibilità e sinergia, questo caso che si è verificato – anche se indirettamente – sul nostro territorio Comunale.

    Marco Martini – sindaco di Poggio a Caiano

Lascia un commento