politica liquida. “L’ANNO CHE VERRÀ” AVRÀ GIÀ VISTO LE DIMISSIONI DI ELENA BARDELLI DA CONSIGLIERE DI PISTOIA?

Sembra che l’esponente di FdI sia decisa a tornare al lavoro nel suo Comune d’origine. Al suo posto subentrerà Emiliano Ballati?
Tremare, tremare… La Bardelli sta per tornare
Caro amico ti scrivo
Così mi distraggo un po’
E siccome sei molto lontano
Più forte ti scriverò
—–
Da quando sei partito
C’è una grossa novità
L’anno vecchio è finito ormai
Ma qualcosa ancora qui non va
                         L. Dalla

PISTOIA-SERRAVALLE. Grandi manovre? Non importa: bastano anche piccole manovre. Diciamo che siamo dinanzi, più che a una scossa violenta, a una sorta di appena percettibile bradisismo.

Entro San Silvestro – queste le voci soffiate che ci giungono – Elena Bardelli, FdI in consiglio a Pistoia, dovrebbe sfilarsi per tornare nella sua area di origine, Serravalle-Casalguidi. Dovrebbe subentrarle Emiliano Ballati.

I motivi non sono al momento chiari né accertati, ma sembra che ciò dipenda da una riorganizzazione del partito sullo scacchiere della nostra provincia.

Se si esclude – come sostiene con forza il sindaco Lunardi – un rimpasto di giunta a Serravalle, per quale altro motivo ci sarebbe questo movimento a ritroso?

Staremo a vedere. Nei giorni scorsi abbiamo battuto più volte sul tema di movimenti a Serravalle. Abbiamo parlato di micro spostamenti e di scricchiolii legati sia alla Bardelli che a Stefano Agostini, che ci suggerivano avere qualche ambizione: entrambi della stessa guardia di Lunardi (Bardelli e Agostini), ma con qualche piccola crepa in mezzo.

L’ultimo pettegolezzo sussurra che Agostini avrebbe smesso di rivolgere la parola alla Bardelli e che, non avendo potuto realizzare nessuna mossa di suo gradimento, avrebbe pensato di transitare a Fi, mentre – e se fosse vero sarebbe notevole – starebbe suggerendo all’assessore Ilaria Gargini di entrare in FdI. Per tagliare la strada alla Bardelli o cos’altro?

Dicono che la politica oggi sia “liquida”. Peccato che anche la diarrea abbia la stessa consistenza!

Buon 2020 a tutti i manovratori, allora! E attenzione agli scambi – si rischia sempre di [de]ragliare…

Foto di gruppo con Prefetto Zarrilli alla MGM

PS che non c’entra ma ci va a forza

 

La prossima volta che nasceremo, faremo del nostro meglio per fare il Prefetto.

Così non faremo altro che passare carte, sentirci chiamare «eccellenza» e visitare le eccellenze della provincia affidàtaci, distribuendo sorrisi e strilli a seconda dei casi e delle persone attuali.

E se ci andrà bene e saremo tanto furbi da essere radical chic, con un colpo di culo – come dice Vittorio Feltri – potremo sperare anche di diventare ministro dell’interno come la Lamorgese, autorizzati a sparlare dei fascisti come Salvini.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Seguire il solco è facile ma non tutti ci riescono:
c’è chi non può, come i radical, e chi – come noi – non vuole proprio


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “politica liquida. “L’ANNO CHE VERRÀ” AVRÀ GIÀ VISTO LE DIMISSIONI DI ELENA BARDELLI DA CONSIGLIERE DI PISTOIA?

Comments are closed.