polizia. FURTI IN APPARTAMENTI, TRE ARRESTI IN FLAGRANZA

La refurtiva sequestrata dalla Squadra Mobile
Pistoia. La refurtiva sequestrata dalla Squadra Mobile

PISTOIA. Arrestati in flagranza tre albanesi per furti in appartamenti che operavano tra Pistoia, Pisa e Lucca.

Si tratta di S.F., 24 anni, V.S. e I.F., entrambi 22enni, tutti pregiudicagi e irregolari sul territorio.

Inoltre è stata denunciata in stato di libertà per il reato di favoreggiamento P.P.A., cittadina rumena di 27 anni.

“Questa è una importantissima operazione della Mobile per contrastare i reati contro il patrimonio, coadiuvata spesso dalle Volanti e dal Reparto prevenzione crimine di Firenze – il commento di Salvatore La Porta, questore di Pistoia – ed è un esempio di controllo intelligente del territorio”.

L’arresto è avvenuto nella notte tra venerdì 30 settembre e sabato 1° ottobre, quando i tre malviventi, dopo aver commesso due furti a Ponte Buggianese, stavano per compierne un terzo ad Altopascio.

Ma, proprio mentre stavano per entrare nell’appartamento di una 92enne, sono stati costretti a fuggire, dopo che il figlio della donna si era accorto di strani rumori in casa.

Antonio Fusco
Antonio Fusco

Ed è così che gli agenti della Mobile si sono messi sulle loro tracce.

I tre sono ritenuti responsabili di almeno cinque furti consumati ed uno tentato commessi nelle province di Pistoia (Ponte Buggianese e Pescia), Pisa (Cascina) e Lucca (Altopascio) nelle ultime settimane.

Gli arresti sono stati possibili grazie a pedinamenti e appostamenti messi in atto dalla Squadra Mobile, a seguito del rinvenimento, a Montecatini Terme, di una Renault Clio rubata da un’abitazione di Altopascio il 17 settembre scorso. La macchina veniva utilizzata, appunto, per raggiungere le abitazioni da depredare.

Sul veicolo sono stati rinvenuti arnesi da scasso, due radio ricetrasmittenti, torce e materiale per il travisamento.

Nel corso della perquisizione all’interno dell’abitazione utilizzata dal gruppo, è stato ritrovato e sequestrato altro materiale tecnologico tra cui il telefono cellulare, risultato poi rubato durante un furto in un’abitazione a Pescia il 4 settembre scorso.

Gli arrestati sono stati condotti nel carcere di Pistoia a disposizione del pubblico ministero, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia, Claudio Curreli, titolare delle indagini.

[Alessandra Tuci]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento