polizia giudiziaria in tilt. PER AGLIANA NEPPURE IL CROLLO DEL PONTE DI ANNONE È SERVITO…

 

Il Ponte di via Matteotti venne dimenticato dal Nesti e poi chiuso al traffico pesante da Paola Nanni e da Lara Turelli

 

Insomma sono i giornalisti che devono andare a processo per avere reso pubblico il caso di malagestione con un potenziale rischio di incolumità della cittadinanza o chi ha omesso di ottemperare a misure di cautela che erano urgenti non rinviabili?

 


 

AGLIANA-PISTOIA. La vicenda del ponte di via Matteotti è un fatto esemplare e, proprio perché non ha visto verificarsi alcuna tragedia, dovrà essere ripreso e trattato con accuratezza.

Ce lo spiega un consigliere di maggioranza dell’amministrazione Benesperi che ci manda altre ordinanze, pescate dall’archivio degli atti comunali “Urbi”.

Sono tutte ordinanze che la polizia giudiziaria dei carabinieri (i due marescialli Panarello, per non fare nomi) incaricati di fare indagini dal pubblico ministero a carico di Andrea Alessandro Nesti, o non sono riusciti a trovare o hanno saltato a piè pari – e non sarebbe la prima volta, cara giustizia di Pistoia. Questo neretto è del direttore Bianchini che personalmente si considera un perseguitato dai signori Curreli, Martucci e, in séguito, dal capo stesso della procura, il signor Coletta, e dalla maggioranza dei pubblici ministeri, senza un vero perché. Tutte le ordinanze di cui stiamo parlando, sono scaricabili da questo link.

Stupisce che la vicenda non abbia stuzzicato l’attenzione degli uomini della polizia giudiziaria dei carabinieri, non tanto per i fatti del ponte Morandi, avvenuto appena 100 giorni prima della redazione della relazione per la procura della repubblica di Pistoia, ma per il precedente fatto del 2016 sul ponte dell’Annona che avvenne in Brianza un lustro fa, con un analogo ponte strutturalmente deficitario. Insomma un precedente da manuale, che avrebbe dovuto impegnare i militi a una valutazione più ponderata per la minaccia di una possibile tragedia questa volta scansata.

Il crollo del ponte brianzolo non è servito a nulla a Pistoia, nonostante il clamore e un morto

Quel ponte in Bianza crollò sotto il peso di un sovraccarico straordinario indotto da un autoarticolato carico di ferro: dunque, davvero i carabinieri della polizia giudiziaria della procura non hanno avuto contezza della analogia tra questo episodio e quello di Agliana?

Al tribunale di Como, nel processo sulla ricerca delle responsabilità si è assistito il rimpallo delle colpe tra la Provincia e il compartimento Anas della Lombardia, mentre a Pistoia il rimpallo è aperto tra l’unità operativa dei lavori pubblici del Comune di Agliana (riconosciuta tale dalla dai carabinieri-pg e dal fu comandante Nesti) e il comando di polizia municipale che ha – sembra – disposto le necessarie ordinanze di limitazione del traffico: ci doveva essere un morto per parlare di responsabilità?

Estratto della relazione della Pg al Pm, dove si dice che l’oste aveva rassicurato: il vino che aveva servito a tavola era buono. Anzi “ottimo”

Le ordinanze emanate dal comando di polizia municipale sono 5 nel periodo che va dal 30 gennaio al 30 agosto: la numero 25, 37, 142, 150 e 173 con le prime tre che riguardano “lavori di sostituzione e potenziamento delle barriere di sicurezza”: un oggetto davvero eloquente.

Le parole sono pietre (C. Levi)

Un caso di evidente strabismo del comando di polizia municipale aglianese (Turelli e Nanni) o una manifesta omissione nella precedente gestione della posizione organizzativa e dirigenziale affidata all’ottimo comandate Nesti coccolato – così appare in atti – dalla polizia giudiziaria che lavora per la procura di chi, divenendone capo, aveva dichiarato al Tirreno che avrebbe lavorato “nell’interesse del popolo”.

Insomma sono i giornalisti che devono andare a processo per avere reso pubblico il caso di malagestione con un potenziale rischio di incolumità della cittadinanza o chi ha omesso di ottemperare a misure di cautela che erano urgenti non rinviabili? Abbiamo già scritto che non potrà esserci libertà, senza la verità: quanto tempo occorrerà per fare affermare il primato del giornalismo di inchiesta al servizio del popolo sovrano e non bue?

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “polizia giudiziaria in tilt. PER AGLIANA NEPPURE IL CROLLO DEL PONTE DI ANNONE È SERVITO…

Comments are closed.