POLIZIA MUNICIPALE, LETTERA APERTA AL COMANDANTE GIUNTI

Annalisa Giunti, comandante della polizia municipale
Annalisa Giunti, comandante polizia municipale

PISTOIA. Riceviamo e pubblichiamo:

È singolare. Ancora una volta questo sindacato deve apprendere le novità a mezzo stampa.

È vero, ci siamo lamentati dell’assenza di comunicazione verso gli Agenti, ma forse abbiamo frainteso. L’amministrazione vuole iniziare un nuovo modo di fare comunicazione, istruendo il personale e la cittadinanza all’unisono. Non più provvedimenti, disposizioni operative, ordinanze ecc. ma solo comunicazioni via stampa!

Questo certamente non dovuto all’incapacità di redigere atti interni o per mancanza di capacità gestionale, ma per mera scelta di pubblicità e trasparenza.

Ad esempio: sulla stampa abbiamo letto dei futuri controlli contro l’uso irregolare di pesticidi. Questi saranno operativi fra una settimana. Stupendo!

Il che vuol dire che il personale sarà formato per questi interventi nel giro di meno di 6 giorni. Bene nulla di meno o di più di quello che cercavamo quando avevamo indetto lo stato di agitazione.

Certo vi sono sempre molte carenze non ancora sanate: ad esempio: Il 13 febbraio le avevamo chiesto una nota operativa per le modifiche dell’articolo 521 bis del codice di procedura civile in merito alla circolazione di veicoli pignorati (che per dirla tutta sono in vigore dal 12 dicembre dello scorso anno). Al momento vi è stata solo una parziale risposta: una stringata mail sulla posta d’istituto, che però il personale destinato all’esterno non riuscirà mai a leggere. Ma presto, visto il nuovo corso amministrativo, verrà fatto un articolo di giornale che indicherà le procedure operative e tecniche per il personale in servizio.

Gli agenti non dovranno arrangiarsi come possono, gli basterà leggere il giornale per sapere come operare!

A proposito, vari articoli parlano di valanghe di ricorsi in arrivo contro il Comune di Pistoia, per le sanzioni fatte per la sosta con il biglietto (parcometro) scaduto. Ad oggi non vi è stata una indicazione del comando per gli Agenti. Speriamo che, sempre tramite stampa, questa venga data. Ora non si sa se continuare a sanzionare oppure no. L’amministrazione deve dire come si affronta il problema, non solo per gli agenti, meri esecutori di disposizioni, quasi mai impartite per iscritto, ma anche per la cittadinanza che avverte sula propria pelle e sulle proprie tasche le scelte, ora sì, pubblicamente fatte dal Comando e dalla Amministrazione.

Le perplessità del sindacato di categoria comunque rimangono: Con quale personale pensa di organizzare nuovi controlli? Ormai l’organico della Polizia Municipale di Pistoia è talmente ridotto che non si riesce più nemmeno a garantire la regolare apertura dei vari uffici.

In ultimo ci permettiamo di far rilevare che l’articolo 208 comma 4 lett. b) del Codice della Strada prevede che in misura non inferiore a un quarto della quota dei proventi delle infrazioni si assicuri un potenziamento delle attività, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di Polizia Provinciale e di Polizia Municipale.
Quindi vi devono essere dei fondi per assicurare la salute dei dipendenti durante lo svolgimento del servizio pari almeno ad un quarto dei proventi delle sanzioni amministrative al codice della strada. Nel suo Comando, nonostante ciò, oggi risulta difficile anche solo trovare dei guanti usa e getta. Presidi minimale per interventi in situazioni non limpide.

Attendiamo risposte, visto il nuovo corso, tramite stampa!

La Segreteria Provinciale Diccap – Sulpl

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento