POLIZIA PROVINCIALE, IL BILANCIO DELL’ATTIVITÀ 2013

L’Assessore Rino Fragai con il Comandante della Polizia Provinciale di Pistoia, Franco Monfardini
L’Assessore Rino Fragai con il Comandante della Polizia Provinciale di Pistoia, Franco Monfardini

PISTOIA. Ben 24 denunce all’autorità giudiziaria, 59 infrazioni al codice della strada, 22 casi di presunto avvelenamento di animali, 258 interventi di contenimento della fauna selvatica e di antibracconaggio: sono solo alcuni dei numeri che raccontano l’intensa attività messa in campo dal corpo di Polizia Provinciale di Pistoia nell’ anno appena trascorso.

Il bilancio dell’attività 2013 è stato presentato venerdì 7 marzo presso la Sala Nardi della Provincia, alla presenza dell’assessore Rino Fragai e del comandante della Polizia Provinciale di Pistoia, Franco Monfardini.

Il controllo sulle materie delegate all’Ente provinciale (in particolare la salvaguardia ambientale e la vigilanza ittico-venatoria), la prevenzione e l’ accertamento delle violazioni al codice della strada, le funzioni di rappresentanza e a presidio del territorio, in collaborazione con le forze dell’ordine e gli enti locali, sono le principali funzioni svolte dalla Polizia Provinciale, che anche per il 2013 ha garantito una presenza costante sul territorio, con orario dalle 7 alle 19 e nelle fasce notturne in caso di particolari esigenze di servizio.

Nel complesso va rilevato un aumento rispetto al 2012 sia dei reati accertati dalla Polizia Provinciale, pari al 26,3%, che delle sanzioni amministrative, pari all’11,8%. I dati sono stati illustrati dal comandante, Franco Monfardini:

  • sono state 24 le denunce effettuate nel 2013 all’Autorità Giudiziaria, alle quali si aggiungono 4 ricezioni di denunce, che hanno portato complessivamente a denunciare 12 persone e riscontrare 36 reati in materia di caccia, demanio idrico e maltrattamento di animali;
  • per le sanzioni amministrative, sono stati redatti 521 verbali, per 548 infrazioni così suddivise: 440 sulla caccia; 59 al codice della strada; 49 sulle altre materie di competenza provinciale (prelevamenti di acque, raccolta funghi, pesca, strutture ricettive e alberghiere, abbandono rifiuti); si evidenziano, in particolare, 17 infrazioni per caccia a distanza non regolare da abitazioni e strade; 1 per detenzione di trappole e tagliole; 3 per caccia fuori orario; 5 per prelevamenti di acqua pubblica senza autorizzazione o in difformità; 7 per raccolta funghi senza autorizzazione; 14 per raccolta funghi sottomisura; 2 per vendita itinerante di funghi;
  • in riferimento al codice della strada, sono stati effettuati 51 servizi su strade provinciali e regionali e sono stati controllati 360 veicoli. Sono state rilevate 59 infrazioni al codice della strada, tra le quali 1 per guida senza copertura assicurativa;
  • come negli anni precedenti è proseguita l’attività di contenimento e controllo della fauna selvatica, di antibracconaggio e presidio del territorio, con turni anche serali e notturni. I circa 250 interventi eseguiti direttamente dal personale della Polizia Provinciale oppure da coadiutori della stessa, hanno riguardato le seguenti specie selvatiche: cervo (49 capi abbattuti), cinghiale (98), piccione (10.238), minilepre (32), cornacchia grigia (94), gazza (125) e volpe (14 capi);
  • da sottolineare l’attività di formazione, aggiornamento e coordinamento delle 22 Guardie Ambientali Volontarie e delle 35 Guardie Giurate Volontarie Ittico e Venatorie (sono comandate direttamente dalla Polizia Provinciale e svolgono una preziosa funzione anche nell’ottica dell’educazione ambientale, della prevenzione e del controllo del territorio) I volontari hanno effettuato in tutto 734 servizi, collaborando con le istituzioni in materia di prevenzione incendi, tutela animali, contenimenti faunistici, controllo delle aree protette ecc.;
  • sono state anche effettuate operazioni particolari di varie natura in collaborazione con altri Comandi di Polizia Provinciale di Province confinanti e altre amministrazioni, in particolare Corpo Forestale, Carabinieri, Polizia di Stato, Polizie Municipali e ASL.
  • sono stati segnalati al comando di Polizia Provinciale di Pistoia (in base alla L.R. 39/2001, “Norme sul divieto di utilizzo e detenzione di esche avvelenate”) circa 22 casi di presunto avvelenamento di animali (domestici e/o selvatici) o rinvenimento di esche avvelenate (con una diminuzione del 40% rispetto al 2012), così suddivisi per Comune (su tutti gli episodi la Polizia Provinciale ha effettuato sopralluoghi e indagini, per risalire agli autori dei fatti)
    • Pistoia n. 10
    • Quarrata n. 4
    • Agliana n. 1
    • Pieve a Nievole n. 1
    • Larciano n. 1
    • Serravalle P.se n. 1
    • Marliana n. 1
    • Lamporecchio n. 1
    • Pescia n. 1
    • Massa e Cozzile n. 1

(la relativa cartografia è consultabile presso il comando della Polizia Provinciale).

Il bilancio dell’attività è consultabile sul sito internet www.provincia.pistoia.it, all’interno della pagina dedicata alla Polizia Provinciale.

“La Polizia Provinciale svolge funzioni fondamentali al servizio della cittadinanza a partire dalle attività di polizia giudiziaria, amministrativa e ambientale – ha spiegato l’ assessore provinciale, Rino Fragai –. Nonostante il corpo sia formato da soli quindici unità (oltre al comandante, sono presenti 2 ufficiali, 11 agenti e 1 amministrativo) è riuscito a garantire il presidio costante del territorio, in collaborazione con le altre forze di polizia e i servizi dell’amministrazione provinciale, realizzando risultanti importanti sul piano della prevenzione e della repressione degli illeciti . Un ringraziamento a tutto il personale per la professionalità che anima il loro lavoro”.

“Si tratta di risultati che confermano la crescita in termini di professionalità e di efficienza del corpo di Polizia Provinciale, impegnato in una capillare attività di controllo del territorio – ha concluso il comandante Franco Monfardini –. L’obiettivo è quello di continuare su questa strada, per rendere l’azione della Polizia Provinciale ancor più incisiva e tempestiva e sviluppare un controllo più accurato del territorio, in collaborazione anche con le altre forze dell’ordine e con i soggetti impegnati nella difesa dell’ambiente”.

[ripaoni – provincia pt]

La relazione sull’attività 2013 è pubblicata sul sito www.provincia.pistoia.it nella sezione della Polizia Provinciale.

redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento