ponte buggianese. INAUGURATO IL CICLODROMO “ALFREDO MARTINI”

La cerimonia si è tenuta ieri mattina alla presenza di autorità civili e religiose e non solo
Il taglio del nastro

PONTE BUGGIANESE. È stato inaugurato ieri mattina ad Albinatico il ciclodromo intitolato a Alfredo Martini, ciclista professionista e commissario tecnico della Nazionale di ciclismo.

Il progetto come noto era nato molti anni fa ed ha avuto una spinta grazie ai finanziamenti ottenuti in occasione del Mondiali di ciclismo del 2013. Al taglio del nastro erano presenti accanto al sindaco Pier Luigi Galligani, gli assessori regionali Stefania Saccardi e Federica Fratoni oltre a Luciano Talini, presidente del comitato provinciale di Pistoia della Federciclismo, il presidente della Federazione Renato Di Rocco, le figlie di Alfredo Martini, Silvia e Milva accompagnate dal nipote Edoardo.

Tra le autorità anche il vescovo di Pescia monsignor Roberto Filippini, il prefetto dottor Angelo Ciuni, i senatori Riccardo Nencini e Caterina Bini, l’onorevole Maurizio Carrara e molti altri tra cui i sindaci della Valdinievole e della provincia.

Il ciclodromo intitolato a Alfredo Martini

Al taglio del nastro è seguita la benedizione dell’impianto da parte di monsignor Filippini e gli interventi. Il ciclodromo è costituito da una pista lunga due chilometri con accesso esclusivo per ciclisti e pedoni. Dispone inoltre di spogliatoi attrezzati e di una palazzina. In parte già funzionante per gli allenamenti da circa due anni con la conclusione dei lavori e l’omologazione l’impianto potrà ospitare anche gare competitive.

“Come Presidente della Provincia di allora – ha scritto l’assessore regionale Federica Fratoni — ho avuto il privilegio di offrire un mio contributo all’interno di un grande gioco di squadra fra enti locali, Federazione Ciclistica e Regione. Oggi, dopo tanto lavoro e qualche sofferenza, finalmente ho potuto festeggiare insieme ai compagni di questo viaggio meraviglioso. Grazie al sindaco Pier Luigi Galligani e alla sua amministrazione, per aver saputo condurre in porto la barca con tanta determinazione.

Grazie alla famiglia Grazzini, che ha reso possibile la realizzazione di questo importante intervento. Grazie infine a Milvia, Silvia ed Edoardo, figlie e nipote dell’indimenticato Alfredo Martini, campione di sport e di umanità, al quale la struttura è stata intitolata.

Il percorso è di circa 2 chilometri

Adesso tanti giovani atleti, ma anche gli amici portatori di handicap hanno un luogo unico nel quale praticare uno sport bellissimo come il ciclismo in assoluta sicurezza”.

“È una struttura all’avanguardia che ha visto la luce dopo anni di lavori e grazie ai finanziamenti di Regione e Ministero. Un luogo di sport – ha scritto l’onorevole Maurizio Carrara — dove gli amanti del ciclismo potranno allenarsi in sicurezza.

Il ciclismo, così come tutte le discipline sportive, sono parte integrante del nostro paese. Grazie allo sport i nostri ragazzi imparano la bellezza della competizione, capiscono che gli obiettivi si raggiungono solamente con l’impegno e con la fatica, comprendono il lavoro di squadra. Un bel segnale arrivato in concomitanza con le prime tappe del Giro d’Italia”.

Il discorso del sindaco (raccolto da Alessandro Meucci e pubblicato sulla sua pagina facebook). 

[Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento