ponte dei mandrini. TRA PASSATO E LA NEVE CHE INIZIA CADERE

Più di sei mesi, pari a 27 settimane o 191 giorni è il tempo trascorso dalla chiusura del Ponte dei Mandrini sulla Sp 20 avvenuta l’8 maggio scorso, ma riaprirà (forse) “entro l’inizio della stagione sciistica”. Ampia fotogallery
Ponte dei Mandrini

ABETONE – CUTIGLIANO. Più di sei mesi, pari a 27 settimane o 191 giorni è il tempo trascorso dalla chiusura del Ponte dei Mandrini sulla Sp 20 avvenuta l’8 maggio scorso.

Tempo trascorso tra perizie, controperizie, riunioni annullate e riconvocate, tavoli più o meno tecnici, polemiche social e annunci di forse riapertura ma senza mai indicare una data precisa.

Nell’ultimo comunicato della Provincia il termine è: entro l’inizio della stagione sciistica”.

Di certo c’è la storia. Le notizie sono tratte dalla relazione generale che accompagna il progetto approvato dalla Provincia, elaborato dallo Studio tecnico dell’ingegnere Maurizio Lucchesi di Lamporecchio.

Il Ponte dei Mandrini

Il Ponte dei Mandrini è posizionato sulla Strada Provinciale 20 Popiglio – Fontana Vaccaia al km 20+850 nel territorio amministrato dal Comune di Abetone Cutigliano in provincia di Pistoia.

Collega il versante di Pian di Novello con quello di Abetone sul torrente Sestaione, all’interno dell’area demaniale classificata come Riserva Biogenetica dell’Appennino Pistoiese.

Ponte dei Mandrini: lo sbarramento lato Abetone

Lungo 52 m e alto 16 m dall’alveo del torrente, si presenta con tre arcate a tutto sesto. Le prime due, lato Pian di Novello, di 12,50 m e la terza, lato Abetone, di 7.00 di luce.

La struttura portante è formata da spalle e pile realizzate in muratura di pietrame squadrato e malta di cemento mentre le arcate sono realizzate in calcestruzzo semplice, rivestite all’esterno con conci di pietrame e parapetto in pietra.

Fu realizzato tra il 1930 e il 1940 dall’Amministrazione delle Foreste Demaniali.

Gli abitanti del luogo ricordano che durante la Seconda guerra mondiale il ponte venne minato dai tedeschi e fatto saltare e successivamente ricostruito.

Risalgono alla prima metà degli anni ‘80 le ultime opere di consolidamento con l’inserimento di catene orizzontali di tenuta.

L’8 maggio la Provincia di Pistoia, con ordinanza n. 48/2019 chiude il transito sulla Sp 20 a titolo precauzionale per, si legge nell’ordinanza, “un’evidente rotazione rigida della struttura”.

…  e ora la neve sta iniziando a cadere.

Marco Ferrari
[marcoferrari@linealibera.info]

Un pilone del Ponte
Arcata lato Abetone
Lato Abetone
Spalletta di valle
Ponte dei Mandrini: lo sbarramento dell’Abetone
Indicazioni di chiusura Sp 20 a Casotti di Cutigliano
Bivio di Fontana Vaccaia
Spalletta esterna
Spalletta esterna
Spalletta interna
Passaggio pedonale
Dettaglio pilone di sostegno
Dal torrente Sestaione
Arcata
Ponte dei Mandrini
Sp 20
Dopo il bivio per l’Orto Botanico
Sp 20. Cartello di chiusura
Arcata lato valle
Il bloco lato Pian di Novello
Prima della chiusura

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email