ponte. DISCARICA INVECE DI CENTRO RACCOLTA RIFIUTI? ANCHE I REVISORI UTILIZZANO LA PAROLA PROIBITA

Il centrodestra rinnova l'invito a fare chiarezza quanto prima "sulla questione nelle sedi opportune, evitando operazioni che, nel migliore dei casi, risultano solo di distrazione di massa"
Albinatico

PONTE BUGGIANESE. Il 26 gennaio scorso il Centrodestra ha presentato un’interpellanza molto tecnica sul realizzando centro di raccolta rifiuti ad Albinatico, interpellanza che a quasi tre mesi non ha ancora trovato risposta ufficiale da parte dell’Amministrazione.

Ci può stare, vista l’importanza dell’argomento è bene dare risposte precise e, se serve un pò di tempo, pazienza.

Facciamo però rilevare che l’Amministrazione ha preso la singolare decisione, nel frattempo, di organizzare un incontro nei locali parrocchiali di Albinatico per presentare non tanto il progetto specifico o una bozza di progetto di quella che è stata presentata con le soavi parole di “isola ecologica”, che pareva qualche tempo fa destinata al parcheggio temporaneo dei cosiddetti rifiuti ingombranti e che invece, con tutta evidenza, potrà ospitare anche rifiuti organici e di altro tipo, ma piuttosto per illustrare cos’è un centro di raccolta rifiuti.

Qualcuno ricorderà che ci sono stati diversi articoli di giornali ai quali il Sindaco aveva risposto piccato che non ci sarebbe stata alcuna “discarica” (termine mai usato nei nostri comunicati) e che lo stesso Sindaco si era addirittura offerto di accompagnare il nostro Consigliere Buonamici a vedere com’è fatto un centro di raccolta rifiuti.

Ora, il nostro Consigliere ha fatto rilevare al Sindaco che, se deve fare giri turistici, preferisce località amene e che il termine “discarica”, ben dopo la presentazione della nostra interrogazione, è stranamente comparso nel parere dell’Organo di Revisione al bilancio di previsione 2019-2021 del Comune di Ponte Buggianese, esattamente a pagina 17, dove si legge che la tariffa deve coprire integralmente i costi del servizio rifiuti compresi quelli relativi alla realizzazione ed esercizio della discarica.

Riccardo-Buonamici

Non sappiamo se il Sindaco abbia invitato anche il Revisore a un tour nella monnezza, ma ci sembrerebbe il minimo, visto quello che aveva affermato a suo tempo, indipendentemente dall’utilizzo più o meno corretto della parola proibita che può aver fatto il Revisore e che diventa eventualmente l’ultimo di una lunga serie di errori materiali nei documenti ufficiali del Comune.

Torniamo all’incontro: era presente anche un Direttore di Alia che ha spiegato cos’è un centro di raccolta rifiuti, cosa che chiunque può appurare facendo una semplice ricerca su internet, ma, sfortunatamente, quando dal pubblico è cominciata ad arrivare qualche precisa domanda tecnica le risposte non ci sono state, anzi è stato precisato che il Direttore lavorava nel campo amministrativo più che in quello progettuale (!).

A che pro allora un incontro dove di concreto non si dice nulla e ad un certo punto si preferisce dirottare l’argomento sulla Tari, piuttosto che mantenerlo sul tema della serata?

Vorremmo ricordare all’Amministrazione che buon senso e correttezza istituzionale renderebbero necessario prima preparare un progetto preciso, poi presentarlo nelle sedi istituzionali e dopo illustrarne i vantaggi concreti alla cittadinanza.

In caso contrario si fa solo propaganda che può comportare risposte pepate da parte dei cittadini, come quando qualcuno ha fatto notare a un assessore che se è vantaggioso avere a breve distanza un centro raccolta rifiuti poteva benissimo offrirsi di farlo vicino casa sua,..

In effetti non si è ancora capito perché qualche passata Amministrazione pontigiana si è offerta di fare questo centro sul suo territorio (non risulta che le Amministrazioni degli altri Comuni che saranno serviti da questo centro di raccolta si siano strappate i capelli quando Ponte Buggianese si è offerto).

In sostanza, l’Amministrazione ci ha dato un non proprio luminoso esempio di inadeguatezza tecnica prima, non rispondendo a domande che chiunque avrebbe immaginato sarebbero state poste in quella sede, e di inadeguatezza politica poi, andando a discutere del nulla con la cittadinanza, scavalcando le sedi istituzionali dove le legittime e doverose risposte sono attese da mesi.

Rinnoviamo quindi l’invito a fare chiarezza quanto prima sulla questione nelle sedi opportune, evitando operazioni che, nel migliore dei casi, risultano solo di distrazione di massa.

Centrodestra Ponte Buggianese

[lupori—centrodestra ponte]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email