PORRETTANA. ENTRO GIUGNO I LAVORI DI RIPRISTINO

Confermato il progetto esecutivo. La linea ferroviaria interrotta dal 5 gennaio scorso
La frana di Corbezzi
La frana di Corbezzi

PISTOIA. Prenderanno il via entro il mese di giugno i lavori di ripristino della linea ferroviaria Porrettana, interrotta dal 5 gennaio scorso fra Pistoia e Porretta per i danni all’infrastruttura provocati da una frana in località Corbezzi.

La conferma è giunta stamani, nel corso della Conferenza di servizi sul progetto esecutivo di ripristino della linea che si è svolta a Pistoia nella sede provinciale di piazza S. Leone. L’incontro fra i tecnici degli Enti interessati ha avuto esito positivo, con l’ottenimento dei pareri e dei nulla osta necessari per la realizzazione dell’intervento.

Erano presenti i tecnici di Regione Toscana, Provincia e Comune di Pistoia e Rete Ferroviaria Italiana. Acquisiti anche i pareri della Soprintendenza per i beni storici e archeologici e di quella per i beni ambientali.

Dopo la presentazione da parte di Rfi, durante il tavolo tecnico del 23 aprile scorso, del progetto definitivo-esecutivo di ripristino del rilevato ferroviario dal km 50+650 al km 50+730, completo di ricostruzione del muro di contenimento sottoscarpa e degli interventi di regimazione idraulica di versante, gli Enti coinvolti, considerata l’urgenza dell’intervento e la volontà di ripristinare al più presto la circolazione sulla linea, avevano concordato di procedere il prima possibile all’acquisizione di tutti i pareri, i nulla osta e le autorizzazioni necessarie per la realizzazione dell’opera.

Con il recepimento da parte di Rfi delle prescrizioni indicate dagli uffici tecnici e l’ottenimento delle autorizzazione previste, si è di fatto conclusa la fase relativa alla progettazione. Nei prossimi giorni Regione Toscana e RFI ratificheranno l’intesa – già raggiunta – relativamente al quadro economico e alla copertura finanziaria, propedeutica all’avvio effettivo dei lavori, la cui durata sarà di 150 giorni consecutivi.

[toscana notizie]

È semplicemente uno scandalo che per una frana occorrano 6 mesi di pensate e di chiacchiere prima di intervenire per riaprire una linea ferroviaria.

l.f.

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento