“POSSIBILE”, CONTIAMOCI PER TORNARE A CONTARE

Per firmare c’è tempo fino al 30 settembre prossimo
Simona Selene Scatizzi
Simona Selene Scatizzi

PISTOIA. Il comitato di Possibile= (che sta per possibilmente uguali) di Pistoia si è fatto promotore della campagna referendaria dal suggestivo titolo Contiamoci per tornare a contare, 9 settimane e 1/2 (che è il poco tempo a disposizione per la raccolta delle 500.000 firme necessarie).

L’iniziativa di cui si è fatta portavoce con la stampa cittadina Simona Selene Scatizzi è stata presentata questa mattina, 31 luglio, al caffè Marini.

La proposta riguarda una serie di quesiti su cui Possibile= a livello nazionale non vuole mettere il cappello per evitare di assumere la veste del soggetto politico che prevarica la base – così spiegano i rappresentanti civatiani – ma si rivolge a tutti i cittadini per richiamare alla politica, perché si partecipi alle decisioni che il governo, spesso a colpi di fiducia, senza rispettare il programma elettorale su cui la maggioranza è stata eletta, porta avanti.

Il referendum è l’unico modo per poter incidere dalla base sulle decisioni che vengono prese dall’alto, un veicolo per poter innescare la massima partecipazione possibile di individui, sindacati e associazioni.

Sono 8 i quesiti su 4 temi diversi: i primi due sulla legge elettorale, l’Italicum, uno per eliminarla prima che entri in vigore, l’altro per evitare i capilista bloccati e le candidature su più collegi.

Altri tre quesiti riguardano la riconversione ecologica dell’economia: contro la politica delle grandi opere che ha dato ampio spazio al malaffare e altri due relativi al fracking in mare e per terra (le trivellazioni che sono già riprese nell’Adriatico alla ricerca del petrolio).

mani1Ancora due quesiti riguardano il jobs act, il tema del lavoro e dei lavoratori è la base dell’uguaglianza, dice Simona Scatizzi e quindi c’è da tenere in particolare considerazione questo aspetto così lesivo dei diritti delle persone; per esempio con il sesto quesito che si propone di eliminare tutta la disciplina sul demansionamento (n.d.r.: la possibilità di mutare per volontà unilaterale del datore di lavoro la mansione affidata al dipendente).Il settimo quesito è per l’abolizione della norma che consente i licenziamenti, al fine di dare pari tutela a vecchi e nuovi assunti.

L’ottavo e ultimo quesito è relativo alla Buona Scuola e tende a tutelare docenza e apprendimento, secondo i rappresentanti di Possibile= la legge 107/2015 di riforma della scuola, acuisce la disuguaglianza sociale e dà eccessivi poteri al Dirigente Scolastico, inoltre – aggiunge Simona Scatizzi – non è accettabile che un Governo che dice di tutelare la famiglia, organizzi migrazioni di massa di docenti, in lungo e in largo per l’Italia, ogni tre anni, come pare proprio si appresti a fare con il provvedimento sulla scuola.

Simona Selene Scatizzi e Guido Del Fante
Simona Selene Scatizzi e Guido Del Fante

A Pistoia si firma per aderire al referendum presso gli sportelli di Pistoia Informa, a Montecatini al Suap e anche in tutti gli altri Comuni della Provincia si stanno predisponendo i moduli per poter aderire.

C’è tempo per firmare fino al 30 settembre ma quanto prima tanto meglio dicono i promotori, perché poi servono i giorni per il deposito delle firme.

Si ricorda che la firma vale solo nell’ufficio comunale di residenza e si informa che saranno allestiti banchetti ovunque, a Pistoia e nelle altre città e comuni, specialmente nel mese di settembre.

Sono 4000 gli iscritti al movimento Possibile= in Italia, di cui 14 a Pistoia e 40 circa in tutta la provincia, se ognuno dei 4000 convince 125 firmatari il referendum va in onda.

Possibile= è ad oggi, una piccola forza, ma giovane e decisa, ricorda molto David (contro Golia).

Sito: referendum.possibile.com – email: referendum@possibile.com – Alessio Ruta +39 344 – 21299628 – Marco Guglielmo +39 344 2397061.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on ““POSSIBILE”, CONTIAMOCI PER TORNARE A CONTARE

Lascia un commento