poste a singhiozzo. CISL & CGIL SCENDONO IN PIAZZA

Cgil & Cisl in piazza Duomo

PISTOIA. Un Governo che fa acqua da tutte le parti. Cgil e Cisl in piazza per dire no alla privatizzazione di Poste Italiane e alla consegna a giorni alterni.

Questa mattina, 5 aprile, Cisl e Cgil hanno messo il loro banco in piazza Duomo, durante il mercato cittadino, per far conoscere a tutti la loro battaglia.

“Siamo qui perché il Governo, attraverso il ministro Padoan, vuole mettere in vendita anche l’ultimo pezzettino di Poste Italiane, cioè il 30% – spiega Michele Mengoli, Cgil – si pensa che questo sia l’ennesimo errore colossale perché si priverebbe Poste Italiane di una missione sociale, mettendole in mano a chi ha solo interessi privati.

“In secondo luogo siamo contrari alla consegna della posta a giorni alterni: questo significherebbe un grosso colpo a cittadini ed operatori. I primi vedrebbero diminuire drasticamente il servizio, i secondi subirebbero una perdita notevole di ore di lavoro”.

“Tutto ciò va contro le direttive europee che prevedono 5 giorni su 7 di presenza obbligatoria del servizio sul territorio – gli fa eco Giuseppe Totaro, segretario Cisl Poste – la consegna a giorni alterni, in realtà, significa avere solo 10 giorni di servizio al mese, con tanto di accumulo di posta da smaltire con gli straordinari.

“Che senso ha tutto questo dunque? Nella provincia di Pistoia ciò comporterebbe la riduzione di una cinquantina di posti di lavoro. Questo comporta anche un venir meno del rapporto fiduciario che il cittadino ha in Poste Italiane: chi porta il proprio denaro in deposito è sicuro di ritrovarcelo perché nelle mani dello Stato”.

“Il servizio a giorni alterni è già stato sperimentato da oltre un anno nelle province di Prato e Arezzo con risultati deludenti – dice Gianluca Balli, Slc-Cgil Pistoia – a Pistoia sarebbe dovuto partire il 3 aprile: noi non vogliamo la posticipazione ma una profonda revisione sul servizio di recapito. Tutti i sindaci della Provincia ci stanno appoggiando, stiamo organizzando incontri nei circoli, parliamo con i comitati locali”.

I primi incontri saranno a Villa di Baggio domani, 6 aprile, poi in Montagna e a Montale l’11 aprile.

[Redazione]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento