POSTE. ROSSI: «BENE IL TAR. ORA UN TAVOLO PER L’ACCORDO»

Il Granduca invita di nuovo i vertici delle Poste «ad ascoltare le istanze dei cittadini»
Enrico Rossi
Enrico Rossi

FIRENZE. “Un bel successo dei Comuni e della Regione insieme, che rende ancora più significativa e importante la nostra proposta a Governo e Poste di trovarci quanto prima attorno ad un tavolo per trovare una soluzione definitiva, che tenga conto delle esigenze di razionalizzazione degli uffici, ma nello stesso tempo venga incontro anche alle esigenze dei cittadini”.

Così il presidente della Regione Enrico Rossi ha commentato la decisione con cui il Tar della Toscana ha accolto la richiesta di sospensiva della chiususra degli uffici presentata da alcuni Comuni toscani.

“La decisione viene incontro alle nostre richieste – prosegue Rossi – proprio nei giorni scorsi avevo infatti sollecitato il governo a chiedere a Poste di non chiudere gli uffici prima di aver raggiunto un accordo. La decisione del Tar ci mette nelle condizioni di lavorare in questa direzione”.

La Regione aveva già ricordato all’amministrazione di Poste di essere pronta a rivedere le convenzioni in essere, mettendo a gara i servizi postali. ”Se i vertici di Poste vogliono mantenere un canale privilegiato nel lavoro con le amministrazioni pubbliche – ha spiegato Rossi – sono tenuti ad ascoltare le istanze che i cittadini di tante zone disagiate hanno fatto arrivare loro attraverso la Regione e i Comuni”.

[cremoncini – toscana notizie]

_____________

LA POLITICA DELLE BANALITÀ

 

Banalità a portata di politici
Banalità a portata di politici

QUELLO che più colpisce dinanzi a certe esternazioni, è la banalità delle parole di politici.

Cosa avrebbe dovuto dire il Granduca? Avrebbe dovuto fare una battuta alla Ruffini come quando il comico si presentò a Pisa per uno spettacolo e pronunciò le magiche parole che ogni livornese rivolge, almeno una volta in vita sua (come il musulmano che va alla Mecca), alla città della torre pendente, sua nemica eterna?

Non sarebbe stato mille volte meglio, piuttosto che emettere aria fritta sul Tar e le Poste, starsene zitti?

Se abbiamo dei filosofi di questo calibro che ci governano, immaginiamoci come possono essere gli elettori-sostenitori di tali filosofi-governanti!

l.f.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento