pozzi inquinati. IL PD: LA GIUNTA LUNARDI STRUMENTALIZZA UN PROBLEMA SERIO PER FARE PROPAGANDA POLITICA

"Non apprezziamo invece chi, come la Giunta, crea allarmismi che fanno solo danno all’immagine di Casalguidi e Cantagrillo"
I pozzi di Ponte Stella

SERRAVALLE. La giunta Lunardi esce con un volantino sull’ inquinamento dei pozzi di Ponte Stella, per dire che loro stanno facendo tutto bene mentre “quelli che c’erano prima”, erano come minimo degli incompetenti.

Il Sindaco Lunardi (appoggiato tra gli altri da Fratelli d’Italia, e Forza Italia), strumentalizza un problema serio per fare propaganda politica.

Noi, su un argomento serio come questo o come quello delle malattie rare, non intendiamo seguirli su quella strada.

Noi, su questioni come queste, apprezziamo chi come i medici di famiglia, lavora in silenzio, segnalando alla Asl il numero esagerato di malattie rare, creando così le condizioni per l’avvio di tutti gli approfondimenti necessari.

Non apprezziamo invece chi, come la Giunta, crea allarmismi che fanno solo danno all’immagine di Casalguidi e Cantagrillo.

Auspichiamo che tutti, cittadini e istituzioni, ma soprattutto le istituzioni, impegnandosi sempre di più e al meglio, con gli strumenti dati, trovino il prima possibile i responsabili dell’inquinamento, non dimenticandosi mai però, che gli strumenti di conoscenza anche storica, li hanno gli istituti di controllo, Arpat e Asl, senza i quali nessun sindaco, di qualsiasi formazione, potrebbe emettere un’ ordinanza di natura sanitaria ed ambientale.

In merito all’ordinanza emessa lo scorso Gennaio, riteniamo che non sia sufficiente dire “molti pozzi saranno monitorati”, perché come è emerso anche nell’assemblea indetta dal Comitato per la salute pubblica di venerdì 15 novembre a Cantagrillo, ci sono cittadini, abitanti in quella zona, che non sanno ancora come comportarsi e per questo,

CHIEDIAMO al Comune :

1 — di far monitorare TUTTI i pozzi compresi nell’area inquinata ;

2 — di informare direttamente TUTTI i cittadini inviando la Polizia Municipale a consegnare l’ordinanza di non usare l’acqua di quei pozzi a tutte le famiglie interessate.

Infine, INVITIAMO il Comune a far pressione sugli enti preposti, Regione, Arpat e Asl affinché, nel più breve tempo possibile, facciano tutto quanto necessario ad individuare l’origine dell’inquinamento, avviare gli interventi di bonifica, colpire e far pagare i responsabili.

[corsini —pd serravalle]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email