prato. FURTI IN AZIENDE CINESI, DENUNCIATI DUE NAPOLETANI

I due agivano nel Macrolotto. Fingendosi corrieri rubavano la merce. I vigili hanno individuato i responsabili dopo una lunga serie di riscontri
Polizia Municipale in azione
Polizia Municipale in azione

PRATO. L’unità Operativa Investigativa della Polizia Municipale ha individuato e denunciato due napoletani come autori di alcuni furti avvenuti recentemente nella zona del Macrolotto ai danni di ditte cinesi.

I due si presentavano preso le ditte del Macrolotto e, fingendosi corrieri, sono riusciti ad appropriarsi di merce lavorata o anche di intere pezze di stoffa di discreto valore.

I ladri sfruttavano la riluttanza dei cinesi a chiamare le forze dell’ordine e, comunque, le difficoltà linguistiche dei derubati, che spesso si sono accorti dei furti solo all’arrivo del vero corriere che doveva ritirare la merce.

Gli agenti di Piazza Macelli hanno iniziato a cercare riscontri e coincidenze fra i vari episodi e sono risaliti ad un autonoleggio dell’entroterra napoletano. Da lì, risalendo una catena di prestanome sulla cui posizione sono ancora in corso accertamenti, sono risaliti a due napoletani, L.V. di 24 anni e C.S. di 37, residenti nel napoletano ma da tempo presenti sul territorio pratese.

I due avevano elaborato e adottato un vero e proprio modus operandi che finora gli ha permesso di rubare tessuti e vestiti per più di 10.000 €.

[comune prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento