prato. SICUREZZA, M5S: LA MISURA È COLMA

Prato My Weeks

PRATO. Ieri c’è stata la prima serata di Prato My Weeks con musica, negozi aperti, giovani e famiglie in centro storico, tuttavia l’evento è stato turbato dall’ennesima rissa tra marocchini e un ferito grave.

Com’è possibile che ormai noti a tutti spacciatori possano girare indisturbati con machete in tasca e affrontarsi davanti ai cittadini increduli e spaventati? Le forze dell’ordine, sotto organico, sono arrivate diversi minuti dopo e ovviamente al loro arrivo si sono dileguati tutti, lasciando a terra solo il ferito.

Silvia La Vita (M5S Prato)

Ci chiediamo: ma le telecamere posizionate in Via Pugliesi a cosa servono? Prato è ormai fuori controllo.

Non c’è nessun presidio del territorio, non si conosce né numero né identità degli immigrati dediti a spaccio e delinquenza, lo Stato è assente.

Il silenzio del Sindaco davanti a questo ennesimo episodio ci spaventa e ci chiediamo per l’ennesima volta cosa stiano facendo le istituzioni preposte, ovvero Sindaco, Prefetto e Questore. Stiamo forse aspettando un altra tragedia?

Non è possibile che le istituzioni trattino i cittadini da delinquenti se pagano una multa in ritardo e si debba poi assistere a episodi come quello di ieri dove bande di spacciatori armati e indisturbati hanno in pugno il centro storico, che dovrebbe essere tra l’altro il nostro biglietto da visita.

La misura è colma. Depositeremo una question time da discutere nel prossimo Consiglio Comunale dove chiederemo ancora una volta al Sindaco di cedere la delega alla Sicurezza.

Silvia La Vita, M5S Prato

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento