prato. STEFANINO D’ORO ALLA CAP. GORI: «RICONOSCIMENTO AL NOSTRO IMPEGNO»

Prato. Santo Stefano 2016
Prato. Santo Stefano 2016

PRATO. La cooperativa Cap è fra i vincitori della settima edizione del Premio Santo Stefano.

L’annuncio ieri, nella cattedrale di Prato, dal vescovo Franco Agostinelli, al termine del solenne pontificale celebrato nel giorno di Santo Stefano, patrono della città.

“Siamo orgogliosi di questo premio. È la prima volta che viene assegnato ad un cooperativa” spiega Giuseppe Gori, presidente della cooperativa Cap.

“È un riconoscimento alla nostra realtà che negli anni ha sviluppato sul territorio sempre più attenzione all’utenza nel campo del trasporto e del turismo cercando di trovare soluzioni ai problemi delle persone. Abbiamo fatto dell’etica la nostra bandiera, basti pensare alla certificazione ottenuta SA8000 sull’utilizzo del personale secondo parametri ispirati all’etica e alla responsabilità. Il nostro bilancio sociale racconta bene i nostri ottimi rapporti con il tessuto della città: con le istituzioni, le associazioni e le scuole.

Giuseppe Gori (Cap Prato)
Giuseppe Gori (Cap Prato)

“Parallelamente – prosegue Gori – abbiamo portato avanti un processo di sviluppo tecnologico: siamo fra le prime aziende in Italia ad aver introdotto il biglietto elettronico, abbiamo investito sui facilitatori per l’utilizzo del biglietto in modo corretto. Sono tutti elementi che hanno messo la nostra cooperativa all’avanguardia nel trasporto pubblico.

“Abbiamo investito in risorse umane per diventare soci in aziende di trasporto pubblico a Pisa, Livorno, Lucca, Massa e Pistoia e abbiamo favorito la costituzione della Ctt nord che ha permesso di aggregare aziende di trasporto pubblico per razionalizzare costi e dare servizi migliori, ottenendo maggiore equilibrio nella gestione dei rapporti. Negli ultimi due anni Cap ha risanato il trasporto pubblico in Toscana.

“Questo riconoscimento prestigioso – conclude Gori – significa aver premiato il nostro impegno e la nostra volontà di sviluppo, caratteristiche che oggi sono riconosciute da tutti”.

“È l’ennesimo riconoscimento al mondo cooperativo – spiega Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana – vogliamo ringraziare la cooperativa Cap per l’impegno dimostrato in tanti anni: non c’è davvero modo migliore per raccontare e far capire in concreto cosa voglia dire far cooperazione”.

[galli torrini – confcooperative toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento